L'Inter continua a vincere. Nonostante la conquista del campionato e i giorni di festa, la squadra di Simone Inzaghi ottiene un'altra vittoria contro il Torino in quel di San Siro. Decisiva la doppietta di Calhanoglu. Una partita comunque ben interpretata, facilitata però dall'espulsione di Tameze a inizio secondo tempo, sul punteggio di 0-0. Di questo intervento del Var ha parlato l'ex arbitro Calvarese

Calvarese sul rosso di Tameze contro l'Inter

Secondo l'ex direttore di gara Calvarese, l'intervento di Tameze, costatogli poi l'espulsione nella sfida Inter-Torino, non era in realtà da cartellino rosso. Ecco la sua spiegazione:

Ci sono elementi che fanno propendere l’arbitra per l’ammonizione e non l'espulsione: la direzione del pallone (che non va verso la porta ma verso l’esterno) e la presenza di un altro difensore che non è tagliato fuori (Lovato)

Tameze
Tameze ai tempi del Verona, ora al Torino (ph. Image-Sport)

Calvarese sull'intervento del Var in Inter-Torino

L'episodio è stato poi analizzato ulteriormente. Secondo lo stesso Calvarese l'intervento del Var è sbagliato e soprattutto non coerente con il protocollo abituale. Di seguito la sua analisi su questo fatto controverso:

Episodio da campo, e come tale valutato, appunto sul campo, correttamente: per questo non si spiega l’intervento del Var Aleandro Di Paolo, del tutto incoerente con la soglia prescritta dal protocollo

Un fatto che passa in secondo piano vista la poca rilevanza della partita. Ancora una volta, però, si evidenzia come quest'anno gli errori al Var siano stati tanti, troppi. Ma soprattutto, manca purtroppo uniformità di giudizio e coerenza nelle decisioni prese. 

LEGGI ANCHE: Marelli: "Cagliari-Juventus? Ci stava il rigore su Alcaraz e l'ammonizione di Mina..."

 

Serie A, DAZN punta sempre di più sulla sua modalità gratuita
Torino: Italiano dalla Fiorentina e Sarri si contendono il posto di Juric in uscita

💬 Commenti