Solo 8 punti conqustati in 15 giornate e il misero bottino di una sola vittoria, a fronte di cinque pareggi e nove sconfitte. Questo é il quadro attuale della stagione dei granata e nemmeno il cambio in panchina tra il tecnico Paulo Sousa ex Fiorentina e Filippo Inzaghi ha portato i risultati sperati, con una risalita in classifica dall'ultimo posto. Il presidente della Salernitana Danilo Iervolino é intervenuto in conferenza stampa, minacciando pesanti ripercussioni sulla rosa nel mercato di gennaio per scuotere la squadra.

Salernitana, avvicendamento senza risultati in panchina

Paulo Sousa é subentrato sulla panchina dei campani il 15 febbraio 2023 portandoli alla salvezza nella scorsa stagione e vi é rimasto fino al 10 ottobre, quando é stato esonerato in favore dell'ex tecnico di Venezia e Reggina dopo 25 partite e con una media di 1,08 punti a partita. Alla base del suo addio ci sono gli scarsi risultati ottenuti nell'annata attuale, con 9 gare disputate e una sola vittoria ottenuta in Coppa Italia. Nel mezzo sono arrivati 5 pareggi e 3 sconfitte per una media punti di 0,38.

L'arrivo di Filippo Inzaghi non ha migliorato di molto le cose. Lo score dell'ex bomber del Milan é di 0,71 punti di media a partita frutto di una vittoria, due pareggi e quattro sconfitte per un totale di 5 punti conquistati in 7 partite di Serie A. A queste va aggiunto il successo ottenuto in coppa come il suo predecessore.

Filippo Inzaghi
Filippo Inzaghi sgrida i suoi giocatori

Salernitana, lo sfogo di Iervolino

Nella conferenza stampa che era stata annunciata per oggi il numero uno della Salernitana Danilo Iervolino, ha dato sfogo alla sua frustrazione per i risultati e per le prestazioni di alcuni giocatori minacciando un azzeramento della rosa nel mercato di riparazione. Infatti a suo dire sarebbero ben dieci i giocatori pronti a fare le valigie:

Ci sono giocatori che vorrebbero andare via dalla Salernitana e che non si sono impegnati, nonostante qui ci siano stipendi altissimi e cartellini costosi. C'é un ambiente lacerato dai conflitti interni, con giocatori stranieri che non hanno imparato l'italiano e non vogliono farlo e la colpa é anche dei procuratori. Se il cambiamento dipendesse solo da me, ne manderei via una decina.

Vedremo nel mercato di gennaio cosa riusciremo a fare. Dipenderà anche dalla classifica ma avrò un pugno durissimo e manderò via chi non vuole restare, perché qui deve venire solo chi ama la maglia e Salerno. Ci sono giocatori che si lagnano appena vengono sostituiti cercando alibi e mettendo tutti gli uni contro gli altri. E' un grande problema

LEGGI ANCHE: Inzaghi dopo Salernitana-Bologna: "Sconfitta meritata. Spero di invertire la rotta"

 

La classifica delle squadre italiane più vincenti in Europa: Juventus davanti all'Inter
Genoa-Juventus, Gilardino: "C'é una frase che voglio fare nostra. La via della virtù..."

💬 Commenti