Il Milan che vinse lo Scudetto durante la stagione 1998/99, fece un’impresa totalmente inaspettata, impressa ancora nelle menti di tutti i tifosi rossoneri. Dopo un girone d’andata dominato dalla Fiorentina di Trapattoni, il girone di ritorno fu una corsa a tre tra i viola, Lazio e Milan. La spuntò al fotofinish la squadra di Zaccheroni, agevolati dal pari tra i biancocelesti e i viola a Firenze. 
 

A inizio stagione, l’estremo difensore del Milan era il tedesco Jens Lehmann. La sua esperienza in rossonero però non fu delle migliori. Infatti, il portiere fece rientro presto in Germania, lasciando un brutto ricordo in Serie A. 
 

La vicenda clamorosa che riguarda Lehmann: “Multa da 420.000€”

Nelle ultime ore, Lehmann è stato protagonista di un caso giudiziario a dir poco clamoroso. Ecco quando riportato da SportMediaset

L'ex portiere della nazionale tedesca, Jens Lehmann, e' stato condannato a pagare una multa da 420mila euro dopo che e' stato riconosciuto colpevole di diversi reati dal tribunale distrettuale di Starnberg. L'ex portiere che in Italia ha vestito la maglia del Milan e' stato riconosciuto colpevole in una singolare lite tra vicini. Lehmann, riporta Bild, e' stato accusato di danni penali, insulti e tentata frode. Il pubblico ministero ha accusato il 54enne di aver fatto irruzione nel garage appena costruito del suo vicino sul lago di Starnberg con una motosega e di aver tagliato una trave del tetto. Apparentemente Lehmann credeva di aver disattivato il sistema di videosorveglianza del garage, che pero' ha continuato a riprendere perche' alimentato a batteria. L'accusa originale di violazione di domicilio e' stata sospesa dopo che il vicino ha ritirato la corrispondente denuncia penale.“
 
 

Lehmann
Jens Lehmann, portiere del Milan

Non finisce qui, Lehmann nei guai pure per frode

I guai per l’ex portiere rossonero riguarderebbero pure una frode fiscale. Ecco le rivelazioni di Mediaset - riprese da Bild - a riguardo: 

Il processo riguardava anche un tentativo di frode. Lehmann e' stato accusato di aver truffato due volte le tariffe del parcheggio nel garage dell'aeroporto di Monaco di Baviera nel 2021 e nel 2022. Prima ha fatto caricare la sua Porsche elettrica, poi, secondo l'accusa, si e' accostato ad altri veicoli alla barriera di uscita ed e' cosi' passato senza pagare. Con questo 'trucchetto', l'ex portiere di Borussia Dortmund e Arsenal, avrebbe risparmiato piu' di 300 euro. Il primo giorno del processo, Lehmann ha ammesso di essere entrato nel garage con una motosega in mano, ma per il resto ha fatto riferimento a vuoti di memoria e ha parlato di falsi sospetti e diffamazione”

La classifica delle squadre italiane più vincenti in Europa: Juventus davanti all'Inter
Torino-Udinese, Cioffi: "Non ricordo occasioni clamorose o svarioni della mia squadra"

💬 Commenti