Angelina Mango dopo la vittoria a Sanremo 2024, adesso punta alla vittoria dell'Eurovision.

Angelina Mango e la gaffe della Rai

Imbarazzo della RAI per le percentuali del televoto italiano (39,31% delle preferenze, segno di una comunità ebraica mobilitata) diffuse per sbaglio l’altra sera al termine della seconda semifinale.  Nonostante il rischio che questa gaffe di Viale Mazzini la penalizzi, Angelina punta a un piazzamento importante, sostenuta anche dal pubblico napoletano che la considera quasi una di loro (la stessa artista ha sempre affermato di amare Napoli attraverso interviste e canzoni), una sorta di "napoletana" adottiva. La cantante ha parlato a Il Mattino.

Le parole di Angelina Mango su Sanremo e Eurovision 2024

Fiorello e Amadeus
Sanremo 2022

Ecco le parole della Mango sulla sua canzone che l'ha portata alla vittoria a Sanremo 2024:

 

A questo punto, il gioco si complica, Angelina, riuscirà lo stesso la sua cumbia de «La noia» a convincere pubblico e giurie? 

"Vedremo. Per chi ama stare in scena e fare musica il regalo più grosso è l’energia di quel palco ipertecnologico. Puoi avere avuto anche una giornata storta, ma quando entri in quella cattedrale di luce ti passa tutto e pensi solo a vivere la gioia del momento. E poi, nei set degli altri, la riconversione al pop di tanti strumenti folk delle diverse tradizioni regionali. Quando torno, mi piacerebbe scriverci sopra una canzone".

Più faticoso Sanremo o l’«Eurovision»? Più sorprendente il primo o il secondo? 

"Più faticoso Sanremo e più sorprendente l’”Eurovision”. Mentre il Festival fa parte del nostro dna di italiani e quindi lo conoscevo, questa kermesse no. Questi giorni a Malmö sono stati tutta una scoperta ritrovandomi catapultata in un’esperienza lontana dalla vita vissuta finora".

LEGGI ANCHE: La Ferragni entra nel mondo del cinema?. "Può diventare una star internazionale"

 

Serie A, DAZN punta sempre di più sulla sua modalità gratuita
Cristiano Iovino e la rissa in discoteca con Fedez: "Picchiato dagli ultrà del Milan"

💬 Commenti