Non c’è pace per DAZN. Dopo i problemi della scorsa stagione, la pay tv che detiene i diritti della Serie A, è entrata nuovamente in un vero e proprio caos durante questa prima giornata. I disservizi da parte della piattaforma sono stati numerosi, facendo perdere nuovamente la pazienza agli abbonati. Il caso DAZN è finito pure nel mirino della politica. Infatti, Matteo Salvini della Lega e Carlo Calenda di Azione, hanno rilasciato dei tweet al vetriolo nei riguardi della pay tv, data la situazione disastrosa in cui ancora naviga. 
 

div id="124212-2">

Il leader del Carroccio, si è espresso così via Twitter: "Da abbonato a #Dazn #credo che il servizio che stanno offrendo faccia schifo".

Calenda ha evocato Sky Sport, facendo intendere che un ritorno sulla piattaforma che ha detenuto per tanti anni i diritti televisivi della Serie A, non è poi così improbabile: “Alla fine è stata semplicemente una fesseria togliere i diritti a Sky. Peraltro colpendo una grande azienda che aveva investito in Italia e fa anche cinema, serie e cultura“.

Riuscirà DAZN a porre fine a questi fastidiosi disservizi? Al momento, l’azienda si è scusata per i disagi e ha tentato di rimediare, offrendo dei link di “riparazione” delle partite agli utenti. Tentativo non andato a segno al 100%, dato che l’utenza ha continuato a denunciare malfunzionamenti continui. Insomma, tempi duri per Diletta Leotta and co. 
 

 

 

 

Per chi tifa Caressa? Il telecronista di Sky Sport confessa: "Non ci crederà nessuno"
Ramsey carica la Juventus: "Non vedo l'ora di dare il via a tutto domani"

💬 Commenti (1)