Ha fatto scalpore la decisione del Giudice Sportivo sul caso di razzismo nei confronti di Juan Jesus, che ha visto coinvolto il difensore dell'Inter Francesco Acerbi. Gerardo Mastrandea ha deciso di concedere l'assoluzione per mancanza di prove, così l'Inter e l'ex Lazio che si aspettavano una lunga squalifica tirano un sospiro di sollievo. Ancora più felice la moglie, che sui social ha festeggiato con una reazione polemica la decisione con una stoccata agli haters.

Le motivazioni del Giudice Sportivo

Gerardo Mastrandea il Giudice Sportivo che si é occupato del caso tra Acerbi e Juan Jesus, ha reso note le motivazioni che lo hanno indotto ad emanare la sentenza di assoluzione nei confronti del difensore nerazzurro e della Nazionale: 

Rilevato che la sequenza dei fatti in campo, ricostruita in base ai documenti ufficiali, con l’ausilio del Direttore di gara e comunque visibile in video, muovendo necessariamente dallo scontro di gioco e dall’atto del proferimento di alcune parole da parte dell’Acerbi nei confronti di Juan Jesus è sicuramente compatibile con l’espressione di offese rivolte, peraltro non platealmente (con modalità tali cioè da non essere percepite dagli altri calciatori in campo, dagli Ufficiali di gara  o dai rappresentanti della Procura a bordo del recinto di giuoco), dal calciatore interista, e non disconosciute nel loro tenore offensivo e minaccioso dal medesimo “offendente”, il cui contenuto discriminatorio però, senza che per questo venga messa in discussione la buona fede del calciatore della Soc. Napoli, risulta essere stato percepito dal solo calciatore “offeso” (Juan Jesus), senza dunque il supporto di alcun riscontro probatorio esterno, che sia audio, video e finanche testimoniale;…

…Rilevato che nella fattispecie la sequenza degli avvenimenti e il contesto dei comportamenti è teoricamente compatibile anche con una diversa ricostruzione dei fatti, essendo raggiunta sicuramente la prova dell’offesa ma rimanendo il contenuto gravemente discriminatorio confinato alle parole del soggetto offeso, senza alcun ulteriore supporto probatorio e indiziario esterno, diretto e indiretto, anche di tipo testimoniale;
 
Ritenuto pertanto che non si raggiunge nella fattispecie il livello minimo di ragionevole certezza circa il contenuto sicuramente discriminatorio dell’offesa recata  
 
P.Q.M.
 di non applicare le sanzioni previste dall’art. 28 CGS nei confronti del calciatore Francesco Acerbi (Soc. Internazionale)

La reazione della moglie

Claudia Scarpari
Moglie Acerbi 

 

Claudia Scarpari moglie di Acerbi alla notizia del proscioglimento del marito dalle accuse, ha esternato la sua gioia postando come reazione su Instagram una foto in cui brinda. Inoltre ha lasciato un commento sulla pagina Chiamarsi Bomber che criticava la decisione: “Adesso sciaquatevi la bocca”.

LEGGI ANCHE: Caso Acerbi - Juan Jesus: la sentenza del Giudice Sportivo

 

DAZN aumenta i prezzi, gli abbonati sono "pochi". Gli italiani in fuga dalle pay tv?
Caso Acerbi, furia del Napoli: "Non aderiremo più a campagne contro il razzismo in Serie A"

💬 Commenti