Nonostante si sia rivelato ininfluente ai fini del risultato, il primo rigore concesso al Napoli durante l’ultimo match contro la Sampdoria - poi fallito da Politano - continua a far discutere. Il contatto tra Anguissa e Murru è stato giudicato da rigore dall’arbitro Abisso, ma in molti hanno criticato la decisione del direttore di gara. Tra questi c’è pure l’ex arbitro Graziano Cesari, il quale ha affermato durante l’ultima puntata di Pressing su Italia 1, che il penalty non era da convalidare per via della dinamicità del gioco prima del pestone rifilato da Murru al calciatore del Napoli in piena area di rigore. Parere discordante quello del giornalista Raffaele Auriemma che in merito a tale decisione, ha espresso il seguente parere rispondendo sia a Cesari che a Massimo Mauro:

div id="124212-2">

“Io non dico che questa cosa da tifoso del Napoli. L’avrei detto anche per un’altra squadra: per me quello è un calcio di rigore, perchè quella calpestata sulla caviglia è un fallo”

 

La classifica delle squadre italiane più vincenti in Europa: Juventus davanti all'Inter
Ordine: “Rete annullata all’Inter? Arbitro non è mago Otelma, non può sapere prima del gol”

💬 Commenti