L'ex estremo difensore della Juventus, Michelangelo Rampulla, ha rilasciato le seguenti parole sull'ex bianconero Felipe Melo. Intervenuto a Casa Juventibus tempo fa, Rampulla ha attaccato il centrocampista brasiliano con le seguenti parole - riportate da Goal.com - riferendosi all'autobiografia di Giorgio Chiellini dove quest'ultimo attacca proprio l'ex Juve e Fiorentina:

div id="124212-2">

"Non ho letto il libro, però credo che ognuno abbia il diritto di raccontare quello che gli è accaduto nella vita. Uno avrà pure incontrato qualcuno che gli è stato sulle scatole, è normale. Doveva dirglielo in faccia? Ma se io faccio un libro lo scrivo sul libro.

Dal 1992 al 2002, quando io giocavo nella Juventus, uno come Melo l'annata non l'avrebbe finita. Sarebbe stato messo in uno sgabuzzino e tirato fuori alla fine della stagione. Chiellini ha detto la verità: Melo è uno st... (non completa la frase, ndr) e si è comportato da st.... Chi non mosse un dito in quell'annata? I senatori e gli ex compagni di squadra di Ferrara. I nostri miti? Sì, i nostri miti".

Riferendosi ai senatori di quella Juventus, come i vari Buffon o Del Piero, Rampulla ha detto: "Avevamo cinque-sei campioni del Mondo, qualcuno vicecampione del Mondo in rosa, e nessuno si azzardava a dire una parola contro Felipe Melo. Noi abbiamo dovuto tenere Ciro, perché altrimenti lo avrebbe menato. Ciro è calmo e tranquillo, ma non puoi permetterti di alzare la voce contro l'allenatore".

 

La classifica delle squadre italiane più vincenti in Europa: Juventus davanti all'Inter
Marusic-Lazio, sarà addio? Contatti con l'Arabia Saudita: i dettagli

💬 Commenti