Il ritorno degli ottavi di Champions League tra Barcellona e Napoli è finito con tante polemiche tra i tifosi azzurri per niente soddisfatti dall'arbitraggio di Makkiele. L'arbitro è stato coinvolto in più scelte sbagliate che hanno condizionato l'andamento della partita, ecco quali sono stati i due errori principali.

Intervento killer di Christensen su Lobotka: era rosso

Christensen interviene con il piede a martello ai danni di Lobotka che rimane a terra dolorante per via della caviglia piegata dal fallo. L'abitro assegna soltanto un cartellino giallo con alcuni secondi di ritardo, segno di incertezza, ma rimane il dubbio sul colore del cartellino che poteva essere rosso a causa dell'entrata molto pericolosa.

Lobotka Napoli
Lobotka Napoli

Cubarsì su Osimhen: manca il calcio di rigore

Il secondo intervento che ha fatto molto discutere è quello del giovane Cubarsì ai danni di Osimhen. Il difensore blaugrana pesta il piede destro di Osimhen che casca giù. Per l'arbitro tutto regolare, ma era un chiaro caso di step on foot, poteva essere assegnato il rigore, il VAR sarebbe potuto intervenire per far cambiare la decisione presa da Makkiele.

LEGGI ANCHE: Napoli, Calzona dopo il Barcellona: "Rigore su Osimhen? Rivedendolo, mi sembra netto"
 

 

Didier Deschamps e il suo attacco all'Italia: "Fu avvantaggiata agli Europei, ecco perché"
Ziliani attacca: "Milan colpevole? Niente paura, chiederà alla FIGC il Trattamento Juventus"

💬 Commenti