Una grande notte di Champions League ha illuminato gli occhi di tutti gli appassionati nella giornata di ieri. E va detto, lo spettacolo offerto è stato anche frutto di conduzioni arbitrali più che positive. Nella sfida fra Arsenal e Bayern Monaco però, c'è stato un episodio quasi assurdo, che ha fatto infuriare i bavaresi e spaccato l'opinione pubblica. Ma cosa è successo all'Emirates? 

Gabriel prende la palla in mano dentro l'area di rigore

Il fatto scatenante è avvenuto a metà ripresa, con il Bayern Monaco in vantaggio 2-1. Al 67' infatti, Gabriel, centrale dell'Arsenal, ha raccolto con le mani il pallone passatogli dal suo portiere Raya. Certamente il difensore era distratto, ma l'arbitro aveva fischiato e il gioco era dunque attivo a tutti gli effetti. Feroci le proteste di Kane e compagni, ma il direttore di gara Nyberg ha deciso di non concedere il penalty ai tedeschi. L'arbitro ha spiegato di non averlo fatto in quanto si trattasse di “un errore da bambini”. Nell'effettivo ha ragione, altro non può essere stato; nella pratica però, quello era un fallo di mano, e dunque calcio di rigore, che più netto e solare non esiste.

Kane
Harry Kane, a segno ieri contro l'Arsenal (ph. Image-Sport)

Tuchel infuriato dopo il pareggio contro i Gunners di Arteta

Nel post gara, l'allenatore del Bayern Monaco ha duramente criticato il direttore di gara:

Ha commesso un errore incredibile, era rigore per fallo di mano. So che si tratta di una situazione pazzesca, ma siamo arrabbiati per la spiegazione che ci ha dato. Ha detto ai miei giocatori che fosse un “errore da bambini” e che non può fischiare un rigore del genere ai quarti di finale di Champions League. Una spiegazione orribile. Qualsiasi errore sia stato, ci sentiamo arrabbiati perché abbiamo subito un grande torto. 

LEGGI ANCHE: Allarme Champions League: l'Isis minaccia di colpire in occasione dei quarti di finale

 

Dove vedere Inside Out 2, streaming gratis Netflix, Now o Prime Video?
Roma, caso Mancini: Procura Federale al contrattacco

💬 Commenti