Ivan Zazzaroni dalle pagine de Il Corriere dello Sport, prova a chiarire il suo paragone tra l’Inter di Simone Inzaghi ed una RSA.

Ivan Zazzaroni chiarisce

Ecco come apre l'argomento sul paragone dell'Inter ad una Rsa:

“Poche settimane fa ho provato a spiegare in tv la battuta sul mercato interista che tanto aveva fatto incazzare i tifofrequentatori dei social, quella sulla RSA. Considerati gli effetti, non sono però riuscito nell’intento. Un passetto indietro è doveroso. Ad agosto l’Inter aveva portato a casa Sommer, 35 anni, Cuadrado, 36, Arnautovic, 35, e riportato Sanchez, 35: si aggiungevano a Mkhitaryan, 35, Darmian, 34, Acerbi, 36 e De Vrij, il baby, 32. 

Zazzaroni sulla battuta della Rsa

Ivan Zazzaroni
Ivan Zazzaroni 

"A precisa domanda risposi che quella campagna acquisti sembrava una RSA, lo dissi con il rispetto che si deve alle residenze sanitarie assistenziali che si occupano il più delle volte con tanta cura dei nostri vecchi. Da quel giorno la battuta sull’RSA è stata ripresa, accentuata, manipolata, interpretata, utilizzata nel tentativo di prendermi per i fondelli, e devo ammettere che la cosa mi ha perfino divertito. L’Inter domina ma l’idea del direttore del Corriere dello Sport rimane immutata: “Ora che, anche grazie alla RSA (penso soprattutto a Sommer, tra i nuovi) l’Inter domina il campionato, non faccio pubblica ammenda (giammai) ma sottolineo l’importanza della stabilità in un torneo che di stabile ha solo la memoria dei social addicted.La RSA ha fatto quel che doveva sul breve e medio termine, si è resa utile, e a giugno perderà verosimilmente qualche pezzo. Perché “fino a trent’anni, se ne hanno sempre venti, dopo i trent’anni, se ne hanno quaranta”.

LEGGI ANCHE: Petrachi rivela: "Era vicino al Torino, avevamo l'accordo"

 

Dove vedere Inside Out 2, streaming gratis Netflix, Now o Prime Video?
Bologna, Fabbian torna all'Inter? Ecco le parole del calciatore

💬 Commenti