Non c'é gioia più grande nella vita di un tifoso di quella di vedere la propria squadra vincere uno scudetto, se poi questo accade trionfando nel derby rende il tutto ancora più indimenticabile. Quello che i nerazzurri sognavano e i rossoneri temevano, é successo: L'Inter batte per 1-2 il Milan grazie ai gol di Acerbi e Thuram, uno per tempo e conquista il ventesimo titolo della sua storia, imprimendosi la seconda stella sul petto con cinque giornate d'anticipo. 

Inutile il gol di Tomori che rende solo un pò meno amara la sconfitta. Finale che termina in rissa per la tensione, con le espulsioni di Dumfries da parte nerazzurra e Theo Hernandez e Calabria da parte rossonera, a tempo scaduto. 

Il racconto della partita

 Al 7' partenza bruciante per i nerazzurri che concludono sopra la traversa con Lautaro e sfiorano ancora la rete, col colpo di testa di Pavard al 9'. Al 14' si vede il Diavolo con la conclusione sul fondo di Theo Hernandez, ma gol sbagliato gol subito: l'ex Bayern Monaco la appoggia per la testa di Acerbi che da pochi passi trafigge Maignan, 1-0 Inter al 18'. 

Altro tiro alto dell'attaccante argentino e al 29' Sommer nega la gioia del pareggio a Leao. Thuram sfiora il raddoppio al 38' poi arriva una occasione per parte in chiusura di prima frazione: prima l'estremo difensore svizzero chiude lo specchio della porta a Calabria, poi quello francese a Mkhitaryan  sul contropiede.

Si apre il secondo tempo e il figlio d'arte Thuram firma lo 0-2: movimento a rientrare sul destro e tiro a giro che fredda Maignan. Theo Hernandez poco dopo si vede il tiro respinto da Sommer e al 74', ci prova Pulisic ma calcia alto dall'interno dell'area di rigore. E' il preludio al gol della bandiera di Tomori per il Milan: ancora il portiere svizzero sventa la conclusione ravvicinata di Gabbia ma non può nulla sul tap-in dell'inglese. Da questo momento terminano le azioni ed iniziano le risse da bar che portano alle tre espulsioni a recupero inoltrato.

Francesco Acerbi
Acerbi Inter

Milan-Inter: il tabellino

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Tomori, Gabbia, Theo Hernandez; Reijnders (52' Giroud), Adli (68' Bennacer); Musah (77' Okafor), Loftus Cheek (68' Chukwueze), Pulisic; Leao. Allenatore: Pioli.

INTER (3-5-2): Sommer; Pavard, Acerbi, Bastoni (88' de Vrij); Darmian (84' Dumfries), Barella (77' Frattesi), Calhanoglu (84' Asllani), Mkhitaryan, Dimarco (77' Carlos Augusto); Lautaro Martinez, Thuram. Allenatore: Inzaghi.

MARCATORI: 18' Acerbi (I), 49' Thuram (I), 80' Tomori (M)

AMMONITI: 22' Barella (I), 32' Lautaro (I), 37' Theo Hernandez (M), 90' Gabbia (M), 90'+2 Tomori (M)

ESPULSI: 90'+4 Theo Hernandez (M), 90'+5 Dumfries (I), 90'+8 Calabria (M)

LEGGI ANCHE: Compagnoni: "Milan? Squadra incompiuta, dopo lo scudetto diversi errori"    

Serie A, DAZN punta sempre di più sulla sua modalità gratuita
Coppa Italia, Lazio-Juventus: probabili formazioni e precedenti

💬 Commenti