Oggi ci aspettavamo una buona prestazione dell'Udinese contro il Sassuolo come Cioffi aveva auspicato nelle sue dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa pre-partita, e come riportato anche da Tuttosport.com: 

"Siamo nel mezzo di un percorso di crescita, dobbiamo intraprenderlo velocemente, perché il campionato non aspetta. Sono sicuro che i ragazzi domani faranno una buona prestazione". 

Alla fine però l'Udinese ha deluso ancora le aspettattive con una prestazione opaca contestata in maniera pesante a fine partita dalla Curva Nord, che non ha digerito proprio al meglio il pareggio insapore di oggi. 

Ecco le dichiarazioni di mister dell'Udinese Cioffi al termine di Udinese-Sassuolo:

Cioffi, interrogato in merito alle scelte affettuate durante la partita dopo il cartellino rosso rimediato da Payero,  in merito ad un eventuale cambio di modulo o all'ingresso anticipato di Masina per dare più profondità alla squadra:  

Cambio di modulo no perchè non è allenato, non era una soluzione che mi piaceva perchè i giocatori perdono riferimenti  e perchè tutta al più noi ci possiamo adattare a un 3-4-2-1 .

Per quanto riguarda la profondità non avevo profondità in panchina se non Ehzibuè. 

La mia scelta, fino a quando non era nesessario ai miei occhi, era quella di non mettere Adam quinto per tanti motivi, perchè era reduce da un infortunio lungo, perchè è da tanto tempo che non si allena, che lo sto facendo sempre allenare da centrale e la corsa del quinto è completamente diversa, e comunque non avrebbe risolto il problema della profondità. 

Ma c'era un altra piegazione,  la scelta tattica sul Sassuolo è stata quella di chiudere il play che ha funzionato finchè siamo rimasti in 10  perchè i due attaccanti sul play andavano sul centrale loro e quindi gli chiudevano quella per cui il Sassuolo è una squadra che puo' fare male e che ha fatto male alle squadre in passato … quando siamo rimasti in 10 ci è rimasta una punta e i loro centrali venivano fuori palla al piede. E' normale che quando hai avuto l'occasione  per fare le ripartenze la hai fatte, ma era la partita che dovevamo fare noi e io sono sicuro che se non facevamo un rigore da pollacchiotti la partita finiva 2 a a 0, male che vada 2 a 1 ma proprio nel  peggior scenario … vi assicuro che non sentivo io dalla panchina, nonostante mi vedevate camminare,  la sensazione che potessero farci gol. 

Sulla possibilità a posterori di poter cancellare o cambiare qualcosa della partita Mister Cioffi continua:  

Bhe, il fallo da espulsione di Payero ha cambiato la partita. Avevamo il controllo della partita che non vuol dire dominare ma gli abbiamno fatto male come sapevamo gli avremmo potuto fare male.

Per quanto riguarda i cambi ho visto in difficoltà entrambi, sia Kamara ed Ebosele. Tra i due mi sambrava più in difficoltà Kamara e da qui la decisione di lasciare in campo Ebosele per qualche ripartenza .. così ci faceva respirare, tanto che quando levo Kamara Festi si fa una sgaloppata di 50 metri .. ma con il senno di poi avrei fatto altro? No .. avrei fatto entrare prima Isaac? No perchè c'era una slot sola, perchè Walace aveva i crampi perchè aveva avuto la febbre per tre giorni e se faccio giocare centrale Isaac e mi perdo Walace poi si gioca in 9 e non in 10  e allora lì era un'altra partita. Ecco è questo che mi è passato per la testa. 

Lucca oggi autore del primo gol al Sassuolo
Lucca Udinese

E sugli errori individuali Cioffi replica:  

"Ci vuole pazienza, tanta pazienza e rispetto per quello che loro sono al momento. Non puoi fare altro. 

La cosa più facile è distruggere, ci metto un secondo a entrare in spogliatoio a dare due calci alle bottiglie gli dico non sono bravi a far niente ma credo che l'amore che avete per l'Udinese, che i tifosi hanno per l'Udinese è lo stesso in proporzione al rispetto che noi portiamo per la società, per la tifoseria, per la stampa per chi ama l'Udinese. Quindi non fa bene all'Udinese, è facile andare a puntare il dito contro chi ha fatto l'errore. 

Facile è distruggere, difficile è costruire,  noi stiamo costruendo, io sto costruendo. Sono molto fiducioso, vado avanti. 

 

 

Didier Deschamps e il suo attacco all'Italia: "Fu avvantaggiata agli Europei, ecco perché"
Milan-Monza, a San Siro un assente illustre nei rossoneri

💬 Commenti