A cambiare nel passaggio di consegne tra Jose Mourinho e Daniele De Rossi non sono stati solo il modulo e la qualità del gioco, i risultati ma anche le gerarchie all'intero della rosa della Roma. Col portoghese il titolare inamovibile tra i pali era Rui Patricio, con Mile Svilar a fargli da vice ma a partire dalla partita col Frosinone i ruoli si sono invertiti e sembrano destinati a rimanere tali per il resto della stagione. I due rigori parati che hanno garantito il passaggio del turno col Feyenoord in Europa League, hanno fugato gli ultimi dubbi e ci potrebbe essere ripercussioni anche sul mercato.

La situazione di Svilar

Arrivato dal Benfica svincolato il 24enne belga di passaporto serbo, si é piano piano conquistato la fiducia del neo tecnico della Roma. Svilar però non ha intenzione di passare un'altra stagione a fare da comprimario e se non gli venisse garantita la titolarità nella prossima annata, potrebbe chiedere di venire messo sul mercato e la sua cessione potrebbe fruttare una discreta plusvalenza. Il suo contratto scade nel 2027.

Rui Patricio
Rui Patricio Roma

Le alternative a Svilar

In caso di partenza dell'estremo difensore i giallorossi al momento senza ancora un ds, potrebbero tuffarsi su due profili pper individuare il suo sostituto. Uno a scelta tra Falcone del Lecce e Montipò del Verona, con Meret del Napoli più defilato come terza opzione.

LEGGI ANCHE: Roma, Pellegrini ringrazia De Rossi: "Per lui do il 150%. Rimarrà qui per molto tempo"     

DAZN aumenta i prezzi, gli abbonati sono "pochi". Gli italiani in fuga dalle pay tv?
Bologna, Zirkzee si confessa: "Il paragone con Ibrahimovic mi piace e gli assomiglio"

💬 Commenti