Pur deluso dalla sconfitta, José Mourinho si è detto molto soddisfatto della prestazione della sua squadra. Arrivano i complimenti alla Roma nonostante il 3-1 finale incassato sul campo dell'Atalanta.

LEGGI ANCHE: Mondiali 2026: ecco dove si giocheranno e in che periodo

Il siparietto Mourinho-Totti

Ecco le parole di Mourinho e il siparietto con Totti nel post partita di Atalanta-Roma:

Se sabato dovrò giocare io, giocherò io. Non c'è problema. Questa è una squadra unita che nelle difficoltà sa stare insieme. I tifosi, dei quali Francesco (Totti, collegato con Dazn) è uno dei più rappresentativi, sono orgogliosi di questo gruppo: abbiamo chiuso l'incontro in nove e abbiamo colpito un palo. Difficile essere critici con una squadra come la mia. Non voglio dire che il risultato non è giusto, ma come atteggiamento di chi è entrato in campo dall'inizio o dopo, sono soddisfatto. L'unica cosa che mi fa andare a casa triste è il risultato, niente altro. Cosa voglio dire a Totti che mi ha fatto i complimenti? Che se io lo chiamo capitano, lui mi deve dare del 'tu'. Noi non possiamo fare miracoli, ma un miracolo tra virgolette è l'empatia tra questa squadra e voi tifosi. La gente capisce che questa è una squadra, indipendentemente dai risultati, dagli infortuni e da tutto il resto. Per sabato (contro il Milan) potevi dare una mano, ma avrei avuto più bisogno di Aldair visti gli infortuni di Smalling e Llorente". 

La classifica delle squadre italiane più vincenti in Europa: Juventus davanti all'Inter
Sabatini: "Con Lotito era un litigio continuo. Sarri invece..."

💬 Commenti