Simone Inzaghi ha commentato la sconfitta dell'Inter contro l'Empoli e ha alzato le mani verso la lotta scudetto. Ecco cosa ha affermato a Sky Sport:

 “Tredici punti di ritardo sono tanti. Chiudiamo il girone di andata con 37 punti e diversi rimpianti: dobbiamo pensare partita dopo partita, ci sono tante squadre in pochi punti: Il Napoli sta facendo un campionato a parte, noi dobbiamo lottare con le altre”.

LEGGI ANCHE: Danilo Iervolino Juve: "Bisogna accettare le conseguenze di certi comportamenti. Regole certe e maggiori controlli"

Simone Inzaghi Inter Empoli: “Chiaramente penalizzati”

Sulla serata di ieri: Quando Sconcerti disse: "L'ultima grande società rimasta in Italia. Sapete qual è? Avete visto il Presidente?"

Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile. Non è stata una delle nostre migliori serate, ma l'inferiorità numerica ci ha chiaramente penalizzati: l'Empoli stava correndo tantissimo, in 11 contro 11 sarebbe potuto cambiare qualcosa. Nel secondo tempo, quando sembrava che stessimo tenendo le distanze, abbiamo preso un gol in ripartenza a causa della troppa generosità e della voglia di fare”.

LEGGI ANCHE: Massimo Mauro: "Anguissa e Lobotka sembrano Xavi e Iniesta. Juve calciatori anziani e strapagati"

Milan Škriniar, rinnovo in fase di stallo

Simone Inzaghi ha commentato l'espulsione di Milan Škriniar: 

Non ho ancora rivisto gli interventi. Una doppia ammonizione in casa al 40' non mi era mai capitata in tutti questi anni che alleno. Lo vedo sempre tranquillo, ma so che c'è una frase di stallo per quanto riguarda il suo rinnovo di contratto. La società sta lavorando con lui e con gli altri giocatori in scadenza”.

LEGGI ANCHE: Dusan Vlahovic: "Non dobbiamo avere paura di niente, perché quando penseranno che siamo..."

Inzaghi insiste sulla parità numerica

Dopo la Supercoppa vinta nel Derby di Milano in Arabia Saudita, gli è stato chiesto se i festeggiamenti avessero influito sulla prestazione: 

I festeggiamenti sono stati molto ristretti, ci siamo allenati appena rientrati in Italia. Sapevamo di trovare un avversario di valore. In parità numerica, probabilmente sarebbe stata una partita diversa: anche con la traversa nel finale si è capito che non sarebbe stata una serata fortunatissima per l'Inter”.

LEGGI ANCHE: Quando Allegri disse: "Nessuno ci credeva, e invece ora siamo terzi... a meno di 90 non si vince"

La classifica delle squadre italiane più vincenti in Europa: Juventus davanti all'Inter
Stangata Juventus, John Elkann: “Ingiustizia evidente, in gioco il futuro della Serie A. Negli ultimi 20 anni…”

💬 Commenti