Nella giornata di ieri con epicentro ad Umbertide in provincia di Perugia, si è verificato un terremoto di grado 4.4 che non ha causato danni a persone e cose per fortuna. Domani sabato 11 marzo era in programma la partita di Serie B tra Perugia e Reggina allo stadio Curi, ma è stata rinviata a data da destinarsi per volontà del comune del capoluogo umbro come riportato dall'ANSA.

Alla base della decisione c'è la volontà di proseguire con ulteriori rilievi riguardo ai copriferro dei gradoni del settore ospiti, che in caso di un un ulteriore sisma potrebbero cedere e rappresentare un pericolo per le persone presenti in quello spicchio di stadio. Di seguito la nota ufficiale dell'amministrazione comunale al riguardo:

“Visto che è ancora in atto lo sciame sismico tale tempistica si rende necessaria anche per procedere alle verifiche del settore tribuna ovest, oltre che alle ispezioni tecniche del caso che richiedono tempi non compatibili con quelli del prossimo evento sportivo. Infine visto che è ancora in atto lo sciame sismico, e, l'evento interessa un numero rilevante di fruitori, si ritiene critica la gestione di un eventuale deflusso vista la presenza di migliaia di persone e il contemporaneo rischio di distacchi non adeguatamente valutato”

LEGGI ANCHE: Cassano attacca un campione italiano: “Come fa a guadagnare 15 milioni? Il calcio è una m**da” 

La classifica delle squadre italiane più vincenti in Europa: Juventus davanti all'Inter
Conte su Richarlison: "Onesto a dire che la sua stagione è stata una merda fin qui"

💬 Commenti