Attraverso il suo profilo X, il giornalista Paolo Ziliani si è cimentato in una veloce analisi della partita di Europa League tra Milan e Slavia Praga. Il suo commento ha messo in luce le defezioni del “nuovo” Milan, una squadra che fa più affidamento sulle giocate individuali piuttosto che sulla coralità del gioco.

Milan
Milan

Paolo Ziliani commenta Milan-Slavia Praga

L'analisi di Ziliani non si ferma solo alla partita, ma alla stagione del Milan. Una squadra che ha perso la magia degli ultimi anni, che non rende più come dovrebbe:

Lo Slavia conferma il fallimento rossonero: il Milan "povero" e coraggioso di ieri era meglio del Milan "ricco" e spento di oggi. Del gioco nuovo, propositivo, organizzato ed efficace fatto per anni con interpreti magari più modesti non è rimasto nulla: oggi c'è una squadra statica, banale, anonima che cammina e pesca i jolly solo con giocate individuali - Reijnders che non è Tonali, Maignan non più Superman, Pioli che ha finito le idee: una stagione triste di sole delusioni

LEGGI ANCHE: Milan, sfida col Bayern per Zirkzee: Sesko e Gyokeres le alternative
 

 

Per chi tifa Caressa? Il telecronista di Sky Sport confessa: "Non ci crederà nessuno"
Salernitana: caso Dia, fuori rosa o reintegro? Liverani lascia sperare

💬 Commenti