Le parole di Gasperini in vista del big match di giornata tra Milan e Atalanta che si giocherà domani alle 20:45.

Gasperini sul Milan

Resta una squadra molto forte - ha detto Gian Piero Gasperini - e sarà un incrocio importante: vale molto per la classifica ed è la prima partita di una serie molto ravvicinata. Avversaria duttile: in Coppa Italia ci ha affrontato con la difesa a tre, in campionato con una linea a quattro camuffata: contro di loro sono sempre sfide ricche, varie sul piano tattico e con diverse occasioni da gol, da una parte e dall’altra. Non la vedo come partita da 0-0: dopo quello dell’Inter sono i due migliori attacchi del campionato, la vocazione delle due squadre è quella e molto dipenderà da come reggeranno le rispettive difese. Ci conosciamo e la mia squadra è preparata a modificarsi anche sul piano tattico, a seconda di come cambierà la partita

Atalanta
Atalanta

Sul calendario 

Non so se fosse successo ad altre squadre cosa sarebbe venuto fuori, ma so che il pasticcio è stato fatto con le partite di Supercoppa, quando si sapeva già che eravamo qualificati in Europa League: queste date sono state una conseguenza, per noi era già tutto molto evidente da gennaio. Ormai non si può cambiare, ci dobbiamo adattare, anche all’asimmetria del campionato e convogliare tutte le energie sulla prima partita da giocare, senza disperderle su altri pensieri. Possiamo solo prendere una partita alla volta, e c’è un vantaggio: se va bene siamo felici e pensiamo alla successiva, se va male non c’è neanche il tempo per disperarsi. Ci carichiamo il tutto sulle spalle e partiamo. Ma di sicuro non posso già pensare allo Sporting: prima, in una settimana, abbiamo Milan, Inter e Bologna, fatico a mettere la testa già ai portoghesi. Di sicuro, rispetto ad ottobre, loro sono cresciuti, come noi del resto: in Europa mi avrebbe fatto piacere incontrare una squadra non già affrontata, l’importante sarà arrivarci bene dopo questo trittico

Sulla formazione, De Ketelaere e Lookman

La cosa positiva è che ci siamo tutti, manca solo Palomino che potrebbe rientrare la prossima settimana, dunque abbiamo varianti in tutti i reparti. Non posso programmare prima le rotazioni: andrò partita per partita, dunque le scelte a cui penso oggi sono quelle per affrontare il Milan, oggi è quella la squadra che temo di più. Gioca Carnesecchi in porta, più altri dieci. Ma l’attenzione va posta su chi gioca, non su chi non gioca: è più importante avere una squadra forte che una rosa numerosa. Oggi ho la miglior versione di De Ketelaere da inizio stagione, non la migliore in assoluto: a 22 anni hai sempre margini di crescita. Ha infilato la strada giusta, lo vedo in fiducia e felice e questo è già un gran risultato. Loookman? Siamo andati benissimo anche senza lui, ma è chiaro che il suo rientro ci dà garanzie, per noi è ulteriore rinforzo. Ieri ha fatto un buon allenamento, il primo con la squadra: il dolore alla caviglia si è molto ridotto, può essere pronto già per rientrare domani

LEGGI ANCHE: Milan, Pioli: "Noi, l'Inter e l'Atalanta nelle ultime 10 giornate abbiamo fatto più punti"
 

 

 

 

Per chi tifa Caressa? Il telecronista di Sky Sport confessa: "Non ci crederà nessuno"
Il Milan pesca dal Bologna: da Thiago Motta a Zirkzee e Ferguson

💬 Commenti