Marcello Lippi è colui che ha portato l'Italia sul tetto del mondo nel 2006. L'ex allenatore della Nazionale Italia, ma anche della Juventus, sulle pagine di SportWeek ha parlato anche di alcuni dei suoi “colleghi”, tra cui Allegri.

"Vero che i tecnici italiani sono i più bravi? Sì, perché hanno più varietà e sono messi alla prova da tornei difficili, e non solo la Serie A. Ancelotti è il più bravo? Assolutamente. Nessuno ha avuto i suoi risultati a così alto livello dovunque. Ma bravi ce ne sono tanti, come Spalletti, Allegri e Conte".

Tanti suoi giocatori sono diventati allenatori. 
"Se dicono che hanno preso qualcosa da me sono felice. Ma i successi vengono dal lavoro".

I più grandi che ha allenato? 
"E come faccio a dirlo?... Diciamo Zidane e Del Piero, due grandissimi. Ma sono tanti. Ed è stato bello il rapporto con tutti loro, anche se ogni tanto mi incazzavo di brutto".

Lippi sull'Italia di Spalletti

L'ex Ct Lippi ha poi parlato degli obiettivi di Spalletti con l'Italia e ha detto:

L’Italia è in mano a Spalletti.
"So che sta mettendo insieme una bella squadra e ho molta fiducia in lui per l’Europeo".

Trapattoni, Lippi, Conte, Allegri: c’è un filo che collega questi quattro grandi vincenti in bianconero? 
"Tante cose, cominciando dai successi. Con Allegri, poi, abbiamo in comune le panchine alla Juve e la toscanità".

Lippi su Allegri 

Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri 

L'ex allenatore della Juventus, Marcello Lippi ha poi parlato anche dell'attuale tecnico bianconero, Massimiliano Allegri e ha dichiarato:

Allegri le è sempre piaciuto. 
"Sì, mi sono rivisto il lui per carattere, elasticità, origini. Conte è un grandissimo anche lui. Trapattoni era un modello".

LEGGI ANCHE: Oppini: "Juventus, aspettiamo Marzo. Inter superiore. Allegri aveva ragione nel dire che..."

 

 

 

Per chi tifa Caressa? Il telecronista di Sky Sport confessa: "Non ci crederà nessuno"
Futuro Thiago Motta: dialogo con due big club italiani

💬 Commenti