Per la gioia di coloro che non sono particolarmente appassionati alla pausa delle Nazionali tra poco riprenderà il campionato. Questione di giorni, giusto il tempo di digerire le portate del pranzo pasquale e scartare l'uovo di Pasqua con tanto di sorpresa.

Zirkzee, Ferguson ma attenzione a Calafiori

Se la Pasqua come da tradizione la si passa in famiglia, Pasquetta è il giorno giusto per andare allo stadio. All'ora di pranzo il Bologna di Thiago Motta sarà di scena tra le mura amiche del Renato Dall'Ara dove ospiterà la Salernitana fanalino di coda ormai con pochissime possibilità di rimanere a galla in questa Serie A. I felsinei dovranno giocare però con molta umiltà e abnegazione e non abbassare la guardia, se sulla carta non c'è storia in questi casi la prudenza non è mai troppa. I giocatori devono rimanere concentrati e non farsi distrarre anche e soprattutto dalle voci di mercato che si fanno sempre più insistenti. Joshua Zirkee è ormai sulla bocca di tutti, c'è chi lo vede già nel nuovo Bayern Monaco di Roberto De Zerbi, chi lo ritrae con la maglia del Milan e chi lo immagina con la gloriosa casacca del Manchester United. Lewis Ferguson non è da meno: la Juventus monitora la situazione ma i grandi club di Premier League rimangono alla finestra. Un altro pezzo pregiato della rosa bolognese è Riccardo Calafiori, che a soli 21 anni ha già un discreto curriculum alle spalle. Roma, Genoa, Basilea e Bologna, appunto. Thiago Motta ha avuto il grande merito di tirare fuori dal giovane difensore tutte le qualità di un calciatore che sia in Italia che in Svizzera non era valorizzato a tal punto. 

Riccardo Calafiori e Felipe Anderson
Riccardo Calafiori in azione con la maglia del Bologna (Ph Image Sport)

Calafiori, il Tottenham ha fretta di chiudere

E come da copione ecco che dall'Inghilterra arrivano le prime avvisaglie, Calafiori a fine stagione potrebbe salutare Bologna e volare a Londra, dove lo aspetta una megalopoli cosmopolita e un calcio radicalmente diverso da quello italiano. Il Tottenham è in prima fila per il terzino sinistro riadattato a difensore centrale che farebbe le fortune degli Spurs. Ange Postecoglou ama i giocatori duttili e Calafiori si calerebbe a pennello nella parte avendo iniziato la carriera appunto come terzino. Dopo aver ingaggiato Radu Dragusin dal Genoa per cifre ragionevoli, il Tottenham starebbe dunque studiando una formula simile per il Bologna. Venticinque milioni di euro più bonus dovrebbero bastare per convincere il club rossoblù a lasciare partire il 21enne che ben presto potrebbe approdare nel club di Londra Nord. Gli Spurs vogliono avere la priorità e non dover partecipare ad aste folli per il giocatore, ecco perché il Bologna potrebbe anche alzare di un po' le pretese, 30 milioni di euro, così da fare tutti felici e contenti. 

Per chi tifa Caressa? Il telecronista di Sky Sport confessa: "Non ci crederà nessuno"
Brambati: "Allegri ha uno che non giocherebbe nemmeno al Monza. Scudetto, c'è un club che..."

💬 Commenti