L’ex CT della Nazionale, Marcello Lippi, rilasciò alcune considerazioni su Niccolò Zaniolo nel 2019, paragonando l’ex Roma a grandi calciatori del passato da lui allenati. 
 

Paragone esagerato da parte di Lippi?
 

L’ex allenatore di Juventus e Inter ha risposto a La Gazzetta dello Sport a riguardo di una domanda riguardante un paragone tra Zaniolo e tre leggende del calcio italiano: Francesco Totti, Alessandro Del Piero e Roberto Baggio. Un paragone forse esagerato. Come avrà risposto Lippi a riguardo? 

Zaniolo
L’ex Roma, Niccolò Zaniolo



La risposta decisa di Lippi su Zaniolo
 

Ecco la risposta di Lippi in merito a questo paragone: “Non so se avevano 19 anni quando hanno cominciato a far vedere le loro qualità: a quest’età, un anno conta. Zaniolo è impressionante. Due/tre anni fa, tra Entella, Fiorentina, Inter, non dava la sensazione di essere così dirompente. È cresciuto, l’allenatore avuto un ruolo, ma lui fa cose tipo il gol con scavetto al portiere, dopo sterzata e dribbling, che sono incredibili. Mancini è stato bravissimo a chiamarlo. Ha lanciato un messaggio. Il ragazzo sarebbe esploso lo stesso, ma lui ha detto: "Signori, è pronto, e se non lo fate giocare voi ci penso io”

Per chi tifa Caressa? Il telecronista di Sky Sport confessa: "Non ci crederà nessuno"
Lazio: Lotito tenta la mossa per il rinnovo di Felipe Anderson

💬 Commenti