Il mese di gennaio che si appresta ad arrivare é da sempre considerato quello della sessione invernale di calciomercato, dove si possono trovare i giocatori in grado di raddrizzare una stagione che non sta andando come dovrebbe o di perfezionare una rosa già competitiva. La Juventus prima di tuffarcisi però, é costretta a sentire nominare ancora Andrea Agnelli ex presidente bianconero per 12 mandati alla vigilia della sfida contro il Frosinone, a causa degli strascichi dell'inchiesta Prisma

Juventus, dal terremoto societario alla penalizzazione 

Tutto parte dal mese di novembre del 2022 quando in seguito alle indagini portate avanti dalla Procura di Torino, l'intero cda della società bianconera decide di dimettersi per via delle irregolarità sui bilanci che gli vengono attribuite. I quadri dirigenziali vengono chiamati a rispondere dei reati di falso nelle comunicazioni sociali, manipolazione del mercato, ostacolo all’esercizio delle autorità di pubblica vigilanza leggasi Consob e dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture per operazioni inesistenti.

I bilanci posti sotto la lente di ingrandimento degli inquirenti sono quelli relativi alle stagioni 2018/19, 2019/20 e 2020/21 e l'attenzione é ricaduta in particolare sulla cosidetta manovra stipendi per l'integrazione dei costi del personale tra staff e giocatori, e sugli accordi di recompra di alcuni giocatori con determinate società avvenuti nelle annate sportive 2017/2018, 2018/2019 e 2019/2020

La condanna inflitta al management della Vecchia Signora ha avuto effetti anche dal punto di vista sportivo. Nella scorsa stagione e precisamente il 20 gennaio 2023, la Corte d'Appello della FIGC ha assegnato una penalizzazione di 15 punti poi ridotta a 10 che é stata scontata e si é risolta con un patteggiamento a maggio di quest'anno.

Andrea Agnelli
l'ex presidente Agnelli

 

Juventus, confermate le accuse ad Agnelli

La Juventus ha ricevuto notifica della conferma delle accuse ad Agnelli e lo ha reso noto nella giornata di ieri, tramite un comunicato ufficiale. L'atto di conclusione delle indagini preliminari é arrivato da parte della Procura di Roma che dal 6 settembre 2023, si occupa ufficialmente del caso. Quella del capoluogo piemontese infatti é stata dichiarata incompetente dalla Corte di Cassazione.

Juventus Football Club S.p.A. (“Juventus” o la “Società”), facendo seguito al comunicato stampa del 6 dicembre 2023, comunica di aver ricevuto in data odierna la notifica dell’avviso di conclusione delle indagini preliminari da parte della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma (l’“Avviso”), alla quale sono stati trasmessi gli atti relativi alle indagini svolte dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Torino, dichiarata incompetente dalla Corte di Cassazione all’esito dell’udienza del 6 settembre 2023.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Juventus, Giuntoli prova a soffiare all’Inter un obiettivo di vecchia data

 

La classifica delle squadre italiane più vincenti in Europa: Juventus davanti all'Inter
Dove vedere Roma-Napoli, streaming gratis e diretta TV OGGI LIVE

💬 Commenti