Non sono bastate le solite prestazioni monstre per spegnere l'incendio in casa Red Bull. E se non sono state sufficienti due doppiette in Bahrain e Arabia Saudita per placare le tensioni, difficile possa riuscirci altro. Le voci all'interno della scuderia impazzano ormai dalla off season e sembrano non fermarsi mai. Negli ultimi giorni si è parlato molto di una possibile uscita di Adrian Newey, direzione Ferrari, con le trattative che fonti interne hanno definito “calde e vive”. In queste ore è poi di nuovo scoppiato il caso Verstappen, legato alla situazione Christian Horner. Per il momento tutto il terremoto creatosi non ha portato ad alcuno scossone, ma è chiaro che prima o poi qualche pezzo dovrà cadere. E probabilmente, quando succederà, sarà una caduta rumorosa. 

Joe Saward: “Rapporto Max-Horner frantumato, sarà addio per Verstappen"

Max Verstappen potrebbe essere la vittima sacrificale per salvare la scialuppa Red Bull, in preda ad un vero e proprio maremoto ormai da mesi. Secondo Joe Saward infatti, giornalista britannico esperto di Formula 1 e delle vicende interne in particolare, il team al momento risulta essere spaccato in due fazioni principali: da un lato la componente thailandese che sostiene il Team Principal Christian Horner; dall'altri i dirigenti austriaci, schierati in favore del pilota olandese, di papà Jos e di Helmut Marko. Secondo lo stesso Saward fra la scuderia e il 3 volte campione del mondo potrebbe essere addio. Nonostante Max sia ritenuto il pilota migliore, i vertici Red Bull sembrerebbero infatti preferire la leadership di Horner, fulcro dei tanti successi ottenuti in questi anni, al suo talento. 

Verstappen
Max Verstappen vincitore del GP (ph. Image-Sport)

Verstappen dalla parte di Helmut Marko, frattura nel team di Milton Keynes

A quanto trapela dalle parole del giornalista inglese, la presa di posizione di Verstappen nei confronti di Helmut Marko, alle strette con Horner, ha definitivamente compromesso il rapporto, già divenuto complicato, fra pilota e TP. Saward si è espresso così sulla situazione attuale:

Max è uscito allo scoperto difendendo Marko e fondamentalmente ha compromesso da solo i rapporti con Horner. Non vedo come possano andare avanti. Potrebbero arrivare alla fine del campionato, ma non riesco a vedere come possano proseguire a lungo termine, perché la fiducia tra Horner e la famiglia Verstappen è evaporata. Se io fossi il proprietario della Red Bull mi sbarazzerei di Verstappen e non di Horner, perché quello è il Team Principal. Anche se Max è il miglior pilota in griglia, se non vuoi distruggere la squadra non ti devi sbarazzare del capo che l'ha costruita. 

La situazione Verstappen-Red Bull era già complicata, con Mercedes che già ha bussato alla porta dell'olandese, ora siamo davvero vicini a un punto di non ritorno. Qualora fosse addio, per il mercato e per l'intera Formula 1 si aprirebbero tantissimi scenari eclatanti. 

 

La classifica delle squadre italiane più vincenti in Europa: Juventus davanti all'Inter
Bologna, le parole di Calafiori: "Non è un caso che siamo arrivati fin qui"

💬 Commenti