Non passa inosservato quello che sta facendo Thiago Motta con il Bologna. Il tecnico rossoblù ha portato di nuovo la squadra in alto facendo sognare la zona Champions League.

E' noto per essere stato vincitore da giocatore del Triplete con l'Inter di Mourinho, ha vestito anche le maglie di Genoa e Psg, dove inizia la carriera da allenatore.

Eppure quando a Thiago Motta si chiede di chi sia il merito per aver portato a questi livelli il Bologna, lui risponde: "Il merito è solo dei miei giocatori, e del loro lavoro settimanale”. 

E adesso il futuro del portoghese quale sarà?  Destinazione Barcellona?

Barcellona, Thiago Motta favorito per il dopo Xavi

Thiago Motta

Il Barcellona non sta vivendo un per periodo, ieri è crollato in casa 5-3 contro il Villarreal. Dopo il ko contro il Sottomarino Giallo, il tecnico blaugrana Xavi ha annunciato il suo addio a giugno ed è partito il toto allenatore per la prossima stagione. Il favorito per accomodarsi sulla panchina del Barça è Thiago Motta, lo scrive il quotidiano catalano Sport:

Si  cerca un tecnico che è un ex giocatore o una figura di consenso indiscutibile. Della prima lista di candidati spiccano soprattutto due figure: Thiago Motta (Bologna) e Rafa Márquez (Barça Atlètic ossia la squadra B del Barcellona). Motta è un allenatore che piace molto anche a Deco direttore sportivo del Barcellona. Ma ci sono anche altri due nomi. Uno è Michel, l’attuale allenatore del Girona. E l’altro, l’allenatore della Real Sociedad, Imanol Alguacil. Due allenatori la cui proposta calcistica è molto apprezzata. Un modo di giocare che si adatta all’idea dello stile Barça”.

Il Motta allenatore: gli esordi 

Prima di arrivare al Bologna, Thiago Motta matura la prima esperienza come allenatore della formazione Under-19 del PSG. L’anno successivo torna in Italia, al Genoa, subentrando ad Andreazzoli. Come scrive DAZN, nel settembre 2020, dopo essere stato esonerato dai rossoblù, ottiene l'abilitazione come allenatore professionista di Prima categoria - Uefa Pro con una valutazione di 108/110. La stagione successiva si siede sulla panchina dello Spezia dove ottiene la salvezza con una giornata d'anticipo. Dal 12 settembre 2022 guida il Bologna (subentra a Mihajlovic) che porta fino al nono posto con 54 punti, un record.

LEGGI ANCHE: Milan-Bologna, espulso Motta: il tecnico rossoblù protesta per il rigore e Giroud lo sbaglia

 

La classifica delle squadre italiane più vincenti in Europa: Juventus davanti all'Inter
Juventus, Oppini: "Rosso Milik? Non si senta troppo in colpa. Con l’Inter serviranno due cose"

💬 Commenti