Non c'é solo la gara di oggi al Bentegodi delle 18 contro il Verona a preoccupare la Juventus. Gli strascichi dell'operazione Prisma, hanno creato dei debiti nel bilancio per l'esclusione dalle coppe europee e continuano a tormentare la dirigenza bianconera che ha deciso di fare ricorso al TAR del Lazio contro la Consob sulla manovra stipendi e su alcuni bilanci contestati.

Consob-Juventus: lo scontro continua

La Consob é l'organismo chiamato a verificare la regolarità dei bilanci delle società quotate in borsa, come ad esempio la Juventus. I fatti risalgono al 25 ottobre quando i bilanci presentati dalla Vecchia Signora tra il 30 giugno del 2022 e il 31 dicembre del 2023, non erano stati ritenuti in regola riguardo a delle voci sugli stipendi delle stagioni 2019/20 e 2020/21 e su delle manovre di mercato risalenti al 2017/2018, 2018/2019 e 2019/2020, che avevano portato alla creazione di plusvalenze nei bilanci.

Andrea Agnelli
Agnelli ex presidente Juventus

Manovra stipendi: la decisione della Juventus

La Juventus ha deciso di ricorrere al TAR ai danni della Consob, per la delibera 22858/2023 che riguarda la cosiddetta manovra stipendi. La comunicazione é stata data nella giornata di oggi dall'ufficio stampa della società.

LEGGI ANCHE: Allegri sottolinea: "La Juve ha perso sette finali di Champions League? No, vi spiego perché" 

Per chi tifa Caressa? Il telecronista di Sky Sport confessa: "Non ci crederà nessuno"
Napoli - Genoa: Di Lorenzo ammonito, salterà la prossima partita per squalifica

💬 Commenti