Domani sera nella 22 esima giornata di Serie A, il Milan scenderà in campo a San Siro contro il Bologna. Sarebbe stata la partita di Sinisa Mihajlovic, che ha allenato entrambe le squadre. Il club rossonero ha voluto ricordare l’ex allenatore con un messaggio sui social. Migliaia i commenti dei tifosi del Diavolo e quelli dei rossoblù di Tiago Motta. 

Milan-Bologna in ricordo di Sinina Mihajlovic

Siniša memories è il messaggio in allegato alla foto che lo ritrae in una foto mente abbraccia Zlatan Ibrahimovic prima del match Milan-Bologna. 

 

Gli anni di Sinina Mihajlovic al Milan e al Bologna 

Sinisa Mihajlovic
SInisa Mihajlovic 

Dopo il ritiro, Mihajlovic intraprende la carriera di allenatore e diviene il vice di Roberto Mancini in nerazzurro. Nel novembre 2008 diviene l’allenatore del Bologna, con cui ottiene in pochi mesi 20 punti, determinanti per la conquista finale della salvezza. Nel maggio 2012 diventa il commissario tecnico della Serbia. Malgrado un contratto quadriennale, dopo aver fallito la qualificazione ai Mondiali del 2014, nel 2013 Sinisa si dimette e torna in Italia per allenare la Sampdoria. Con i blucerchiati ottiene ottimi risultati in due stagioni, un dodicesimo e un settimo posto. I buoni risultati ottenuti con la Samp gli valgono la chiamata del Milan. Tra alti e bassi, il tecnico serbo riesce a dare una parvenza di identità alla squadra, vince un derby per 3-0 e conquista la finale di Coppa Italia. Il feeling con Berlusconi è però inesistente e, dopo un ko casalingo con la Juventus, viene esonerato. Nel maggio 2016 passa al Torino. Il 28 gennaio 2019 sostituisce Inzaghi sulla panchina rossoblù. La situazione in classifica è preoccupante, ma in poco tempo Mihajlovic porta i felsinei fuori dalla crisi. All’esordio sbanca San Siro (1-0 sull’Inter) e in 17 partite conquista 30 punti, con cui guida la squadra al decimo posto.

La malattia di Sinisa Mihajlovic 

La stagione successiva si apre in maniera drammatica. All'inizio del ritiro precampionato, Mihajlovic comunica in conferenza stampa di aver contratto una forma acuta di leucemia e di volersi sottoporre quanto prima alle relative cure. Malgrado questo gli impedisca di essere sempre presente, il Bologna lo conferma in panchina e gli rinnova il contratto.  Il 25 agosto, dopo 44 giorni di ricovero, torna sedersi in panchina nella gara d'esordio di campionato in casa del Verona: l'abbraccio del pubblico è commovente. Il 16 dicembre Sinisa ci lascia per sempre, ma ogni occasione è per ricordare, omaggiare l'ex tecnico e giocatore.

LEGGI ANCHE: Andrea Agnelli rompe il silenzio: "Non ho puntato una pistola a nessuno. Resto convinto che..."

 

La classifica delle squadre italiane più vincenti in Europa: Juventus davanti all'Inter
De Laurentiis: "Mourinho? Non c'entra nulla con il Napoli. Su Osimhen si sapeva che..."

💬 Commenti