Dalle pagine di Leggo, ecco l'editoriale di Francesco Oppini al termine del big match Napoli-Juventus finito per 2-1.

Napoli-Juventus, il commento di Oppini 

La Juventus cade in casa del Napoli. Ecco le parole del noto opinionista di fede bianconera:

"Una Juventus decimata perde a Napoli 2-1 e non esiste, a mia opinione, risultato più bugiardo, peccato però che la meraviglia o la disgrazia del calcio spesso o volentieri sia proprio questo: il risultato. La Vecchia Signora affronta allo “Stadio Maradona”, un Napoli ancora scudettato, ma prima del match a -17 punti in classifica e tra primo e secondo tempo la squadra bianconera di Allegri butta letteralmente all’aria una quantità di occasione mai viste in precedenza contro i partenopei e a mio modesto parere, l’allenatore questa sera ha poche se non zero responsabilità sulla sconfitta, anzi.

Dico anzi perché la Juventus di questa sera scende in campo senza mezzo centrocampo e non solo, dato che oltre ai lungo degenti per i noti motivi Pogba e Fagioli, mancano anche i titolarissimi Rabiot e Mckennie e purtroppo perde la partita"

Oppini sulla sconfitta della Juventus 

Francesco Oppini
Francesco Oppini 

Sconfitta che matura grazie a molteplici fattori tra cui la leggerezza commessa dal diciottenne Nonge che nel finale commette fallo da rigore su Osimhen e per le occasioni sprecate da Vlahovic (3 volte palo compreso), Cambiaso e nel finale Rugani, che proprio nell’ultima sfida vinta al 95 esimo contro il Frosinone aveva trovato la rete decisiva. Perdere con la Juventus più giovane della serie A (26 anni di media in campo) si può, ci mancherebbe, ma così brucia e brucia parecchio. 

LEGGI ANCHE: Juventus, l'esonero di Montemurro scatena i tifosi: "Ora vogliamo quello di Allegri"

 

DAZN aumenta i prezzi, gli abbonati sono "pochi". Gli italiani in fuga dalle pay tv?
Alphonso Davies e il Bayern sempre più lontani: i tedeschi guardano in Italia

💬 Commenti