La sfida tra Lazio e Milan si è trasformata in una tempesta di polemiche a causa dell'arbitraggio di Di Bello, che ha scatenato la furia dei biancocelesti. Stefano De Grandis, giornalista di SKY Sport, ha espresso in modo netto e senza mezzi termini la sua critica nei confronti dell'arbitro, sottolineando il presunto impatto negativo sul risultato finale.

Un arbitraggio che ha scatenato una bufera di polemiche

Mattéo Guendouzi
Mattéo Guendouzi 

La prestazione arbitrale di Di Bello durante la partita Lazio-Milan ha lasciato l'amaro in bocca ai giocatori e ai tifosi della squadra capitolina. In particolare, l'espulsione di Matteo Guendouzi nel finale della partita ha scatenato la reazione di Stefano De Grandis.

"Chi è inadeguato resti a casa. Se al 94esimo un giocatore generoso come Guendouzi subisce una trattenuta reiterata, dopo aver corso tantissimo, in 9 uomini contro 11 e dopo dà una spinta all'avversario, non puoi mandarlo fuori," ha dichiarato De Grandis, esprimendo la sua totale disapprovazione per la decisione arbitrale.

Il giornalista di SKY Sport ha sollevato dubbi sulla qualità dell'arbitraggio di Di Bello e ha chiesto sanzioni adeguate: "Quante giornate di stop dobbiamo dare a Di Bello adesso? O lo mandiamo in Serie B o sta fermo più giornate di Guendouzi che non so quante giornate di qualifica prenderà."

Anche il presidente della Lazio, Claudio Lotito, ha reagito alle decisioni arbitrali annunciando azioni presso le "sedi preposte." Lotito ritiene che la sua squadra sia stata penalizzata ingiustamente e promette di portare avanti la questione.

LEGGI ANCHE: Lotito: "Lazio capro espiatorio. Se avessimo continuato saremmo rimasti in 7 e perso a tavolino"

 

Per chi tifa Caressa? Il telecronista di Sky Sport confessa: "Non ci crederà nessuno"
Calciomercato Inter: Buongiorno e Scalvini, i difensori del futuro nerazzurro?

💬 Commenti