La parte finale dell’avventura di Francesco Acerbi tra le fila della Lazio, è stata decisamente complicata per via della rottura tra l’attuale difensore dell’Inter e i tifosi biancocelesti. Il calciatore campione d’Europa a Euro 2020, nonostante quattro stagioni tra le fila della Lazio, finì per incrinare il rapporto con i tifosi durante la stagione 2021-22 per via di alcune prestazioni poco convincenti. 
 

La goccia che fece traboccare il vaso tra Acerbi e la tifoseria della Lazio

Tra il calciatore e i tifosi laziali, il rapporto si incrinò in maniera irreversibile durante il match Lazio-Genoa del 17 dicembre 2021. Acerbi siglò la rete del 2-0 momentaneo per la squadra biancoceleste, esultando in maniera polemica verso i propri tifosi. Un gesto per zittire le critiche piovutegli addosso durante quell’annata. 
 

Ciò non piacque ai supporters, i quali da quel momento, non perdonarono più niente al difensore, fino alla rottura totale a fine stagione. Il giocatore passò così dalla Lazio all’Inter tra le polemiche feroci dei tifosi, concludendo malissimo una storia che poteva avere un epilogo decisamente migliore. 
 

Acerbi
Il difensore dell‘Inter e della Nazionale, Francesco Acerbi


 

Le parole di Fabio Capello su Acerbi rilasciate a La Gazzetta dello Sport

Recentemente, Acerbi ha rilasciato parole al veleno a La Gazzetta dello Sport, nei confronti della Juventus di Massimiliano Allegri. Il calciatore interista ha espresso un parere sul mercato bianconero e nerazzurro, dichiarando:

Ricordo alla gente che dice che l'Inter è la squadra più forte del campionato che come sono arrivati tanti giocatori forti, sono andati via tanti giocatori forti. La Juventus ha speso 200 milioni per gente come Bremer, Chiesa e Vlahovic. Noi abbiamo preso dei parametri zero. Dobbiamo essere equilibrati, sappiamo chi siamo e cosa vogliamo”.

L’ex allenatore del Milan, Fabio Capello, ha risposto così al calciatore, sempre tramite La Gazzetta

A onor del vero, la Juve tutti questi soldi non li ha spesi in questa stagione... E poi andare avanti a colpi di giocatori in scadenza non è un male, anzi è segno di competenza: l’Inter dovrebbe essere orgogliosa di questo modo di procedere e di essere sempre più appetibile. Così è stata costruita una rosa di grande qualità con i vari Calhanoglu, Mkhitaryan, Thuram...”

Poi Capello espresso un parere al veleno nei confronti della Lazio, circa l’addio di Acerbi ai biancocelesti:

I tifosi della Lazio gli hanno fatto un favore spingendolo via, ma all’Inter serviva proprio un centrale di personalità capace di guidare tutta la difesa”

La classifica delle squadre italiane più vincenti in Europa: Juventus davanti all'Inter
Genoa: clamorosa trattativa per un difensore, ecco il nome altisonante

💬 Commenti