Alla vigilia della 17esima giornata della Serie A 2023/2024, ci sono state tante belle sorprese e tante delusioni rispetto alle aspettative di inizio stagione, e giunti ormai alla fine del girone d'andata, è il momento di trarre le prime conclusioni. Di seguito, verrà proposta un'analisi statistica in merito all'efficacia delle squadre italiane nei recuperi alti e alla presenza nella metà campo avversaria. Scopriremo quali sono dunque le compagini più propositive,  votate al dominio del gioco e alla riconquista immediata del pallone in zona offensiva. 

Ecco la squadra con il maggior numero di recuperi alti

Il recupero alto è una delle chiavi del calcio moderno: più vicino alla porta avversaria si conquista il pallone, meno tocchi servono per arrivare alla conclusione. Al termine della 16esima giornata di questa Serie A, la squadra con il numero più alto di recuperi nella metà campo avversaria è la Fiorentina di Vincenzo Italiano, la cui idea di gioco si basa sul pressing ultra offensivo e sulla ricerca della verticalità. La Viola ha totalizzato 569 recuperi alti, merito di mastini come Martínez Quarta - spesso e volentieri proiettato in avanti -, Duncan e Mandragora, e di gente tecnica ma al tempo stesso tenace e aggressiva come Nico González e Bonaventura. Sono ben 108 i recuperi alti in più rispetto alla seconda classificata, il Torino di Juric, altro tecnico noto per far giocare in modo molto aggressivo e propositivo le sue squadre. Agli ultimi posti il Monza di Palladino e il Milan di Pioli, che nell'anno dello scudetto fece di questo fondamentale la chiave delle sue vittorie più importanti: si ricordino la rete di Leao con la Fiorentina dopo un rinvio corto di Terracciano, il gol di Tonali contro la Lazio dopo un recupero di Rebic e la doppietta di Giroud contro il Sassuolo, dopo due palloni recuperati sulla trequarti da un Leao in stato di grazia. 

Italiano
Vincenzo Italiano

Presenza nella metà campo avversaria: le migliori e le peggiori della classe. La Viola sempre al top

Passiamo all'analisi dei dati inerenti alla presenza nella metà campo avversaria in base al numero di tocchi palla effettuati. Spesso questo fattore coincide con un'idea di gioco votata al possesso palla per stanare l'avversario, per cui non ci si deve sorprendere se al primo posto in questa speciale classifica ci sia ancora la Fiorentina, con 7847 tocchi nella metà campo avversaria.Sul podio anche la Lazio di Sarri, la cui filosofia è ormai più che riconoscibile fin dai tempi del suo Napoli delle meraviglie. Verona, Udinese e Genoa i fanalini di coda: evidenti difficoltà a portare tanti uomini in attacco che si accompagnano alla mediocre efficacia in zona gol. Nessuna delle 3 compagini ha fino a ora raggiunto quota 20 gol realizzati in campionato.

Leggi anche: Consigli asta di riparazione Fantacalcio 2024: centrocampisti e attaccanti da comprare

La classifica delle squadre italiane più vincenti in Europa: Juventus davanti all'Inter
Napoli, si chiude con un club tedesco per la cessione di Elmas: le ultime

💬 Commenti