Quando Moggi insultò Ziliani: "Che colpa ha la Juve se un giocatore se la faceva con sua moglie?"
Serie A

Quando Moggi insultò Ziliani: "Che colpa ha la Juve se un giocatore se la faceva con sua moglie? Con quelle corna..."

Sui social sono rispuntati alcuni messaggi su Facebook di Moggi nei confronti di Ziliani

Davide Roberti
06.12.2022 12:28

Paolo Ziliani, dopo un lungo periodo di silenzio su Twitter, è tornato a twittare tantissimo e con grande frequenza nell'ultimo periodo, con l'inchiesta sulla Juventus che ne ha acceso la "fantasia social". Il suo rapporto con la società bianconera è sempre stato turbolento, tanto che sono rispuntati alcuni messaggi Facebook di Luciano Moggi, ex dirigente della Juve ai tempi di Calciopoli, rivolti allo stesso Ziliani e risalenti al febbraio 2021.

LEGGI ANCHE: Ziliani distrugge la Juve: "Una presa per il cu*o alimentata da tutti. La Serie B sarebbe una grazia, la Serie C..." "Paratici faceva anche..."

Quando Moggi insultò Ziliani: "Che colpa ha la Juve se un giocatore se la faceva con sua moglie?"

Moggi ironico su Ziliani: “Un toro che cerca di abbattere la Juve con le sue corna”

Questa una parte del lungo messaggio di Moggi pubblicato su Facebook contro Paolo Ziliani (parole dalle quali ci dissociamo): “Ancora Paolo Ziliani. Mi sono sempre domandato il perché di questa sua determinazione ad andare contro la Juventus a prescindere, senza però trovare una spiegazione valida. Troppo avvelenato il soggetto. Preso dalla curiosità di sapere qualcosa in più della sua vita oggi sono andato a curiosare in internet e su Google ho trovato cose che non conoscevo: si legge che a quel tempo un giocatore della Juve fosse l’ “amico” di sua moglie. Se questo sia stato l’elemento scatenante di tanta rabbia non mi è dato di sapere anche perché non vedo che colpa possa avere avuto la Juve se un suo tesserato se la faceva con sua moglie. Comunque non essendo a conoscenza di quei trascorsi, ho pensato che fossero le solite chiacchiere pettegole di qualche giornalista tifoso, tanto da ritenere che ben altre siano le ragioni. Anche perché, se ciò fosse vero, dovremmo immaginare di trovarci non a Torino ma Siviglia, nell’arena, con un toro particolarmente infuriato, nella speranza di trafiggere il torero (Juventus) con le sue corna”.

Vlahovic per il futuro della Juve, il dubbio di Chirico: "E' davvero giusto per questa squadra o era meglio far rinnovare Dybala?"
Genoa: ecco perché Ranieri non è arrivato al posto di Blessin esonerato, il retroscena