Serie A

Classifica finale di Serie A senza errori arbitrali: quale squadra avrebbe vinto il campionato?

Ecco la classifica finale senza errori arbitrali di questa Serie A 2021/22

Francesco Rossi
23.05.2022 11:28

Orsato e Milan - Twitter
 

Il portale calcistico sportevai.it, ha riportato la classifica finale di Serie A senza errori arbitrali. Il Milan di Stefano Pioli avrebbe vinto lo stesso il campionato, nonostante i tanti errori arbitrali che hanno tartassato la compagine rossonera in questa stagione. Di seguito, la classifica reale del campionato appena concluso assieme alla graduatoria senza errori arbitrali: 


CLASSFICA FINALE DI SERIE A 2021/22 

MILAN    86                  

INTER    84                   

NAPOLI    79                 

JUVENTUS    70            

LAZIO    64                  

ROMA    63                  

FIORENTINA    62         

ATALANTA    59            

VERONA    53            

TORINO    50             

SASSUOLO    50       

UDINESE    47          

BOLOGNA    46       

EMPOLI    41           

SAMPDORIA    36    

SPEZIA    36          

SALERNITANA    31    

CAGLIARI    30        

GENOA    28           

VENEZIA    27        
 

CLASSIFICA FINALE DI SERIE A 2021/22 SENZA ERRORI ARBITRALI 

MILAN    -3    89

NAPOLI    -2    81

INTER    +5    79

ROMA    -3    66

ATALANTA    -6    65

LAZIO     -    64

JUVENTUS    +8    62

FIORENTINA    +2    60

TORINO    -4    54

SASSUOLO    -1    51

VERONA    +2    51

BOLOGNA    -4    50

UDINESE    +2    45

EMPOLI     -    41

SAMPDORIA     -    36

SPEZIA    +4    32

GENOA    -1    29         

CAGLIARI    +1    29

SALERNITANA    +2    29

VENEZIA    +7    20

 

REGOLAMENTO SPORTEVAI.IT
Questa classifica è stilata sulla base di quello che avviene in campo, in occasione di episodi decisivi e che possono determinare direttamente il risultato, come i gol convalidati o annullati, i rigori concessi o non concessi, un’espulsione esagerata o ingiusta a tanti minuti dalla conclusione del match. Non sono considerate le variabili non direttamente determinanti, come i cartellini gialli, i falli veri o presunti avvenuti nell’azione precedente a quella che ha portato a un gol, le rimesse laterali, i corner contestati, un’espulsione contestata in zona Cesarini, ecc. In caso di parità di punti tra due o più squadre, è premiata quella che ha subito più penalizzazioni nell'arco del campionato

 

 

 

Caressa boccia De Ligt: “Prima prendeva il pallone con le mani, ora interviene in ritardo. Non è forte in area”
Cagliari retrocesso in B, Agostini: "La delusione più grande della mia vita, chiedo scusa ai tifosi"