Nelle ultime settimane ha tenuto banco il caso Acerbi-Juan Jesus, che ha decisamente fatto discutere anche per via della sentenza che ha assolto completamente il difensore nerazzurro. In ogni caso, ancora una volta il razzismo lascia strascichi pesanti e fastidiosi nel nostro calcio. A parlare del tema è stato Gianluigi Buffon, ex portiere di Juventus e Nazionale, ai microfoni di Stasera c'è Cattelan.

Acerbi-Juan Jesus

Buffon sottolinea: “Il percorso per battere il razzismo è lungo, ogni tanto c'è qualche polemica”

Ospite di Alessandro Cattelan su Rai Due, Buffon si è espresso così sul tema razzismo: “Lo stadio viene un po’ considerato un porto franco in cui ognuno può sfogare le proprie frustrazioni, il che è molto particolare. Il percorso per battere il razzismo è lungo ma è partito da parecchio tempo e qualche risultato positivo si è visto. Ogni tanto si ricade in qualche errore e polemica”.

Buffon puntualizza: “Se sbagli, devi essere in buona fede: altrimenti è grave”

Così ha continuato Gigi Buffon ai microfoni di Stasera c'è Cattelan: “L’importante è che se si sbaglia lo si faccia in buona fede e senza voler realmente ferire qualcuno perché a quel punto sarebbe molto grave. In linea di massima negli stadi e in molti ambiti sportivi dove c’è competizione si cerca di destabilizzare l’avversario e renderlo più ‘nudo’, colpendolo in un nervo scoperto. Questa è una sorta di scorrettezza perché nello sport dovrebbe vincere chi è migliore, non chi adopera dei mezzucci per crearsi dei vantaggi”.

LEGGI ANCHE: Juve-Lazio, Ravanelli: "Non si può non dare quel rigore" (ilpallonegonfiato.it)


 

DAZN aumenta i prezzi, gli abbonati sono "pochi". Gli italiani in fuga dalle pay tv?
Ziliani: "Juventus graziata da VAR e arbitri, 10 punti in più. Ruberà il posto in Champions a..."

💬 Commenti