Giovanni Capuano, noto giornalista sportivo molto celebre anche su Twitter, ha pubblicato un lungo editoriale provocatorio su DerbyDerbyDerby. Ecco le sue parole pungenti e ironiche: “Fabio Maresca non è il mio arbitro. Lo dichiaro subito, alla dogana. Fa niente se ha una lunga esperienza (…). Se vincerà la Juventus non è il mio arbitro perché certamente è gobbo dentro. Se vincerà l’Inter non è il mio arbitro perché di sicuro fa parte del complotto della Marotta League”.

Capuano ironico: “Maresca sicuramente vuol far vincere lo Scudetto all'Inter”

Sempre con tono ironico e tagliente, il giornalista Giovanni Capuano prosegue così: “Le prove che (Maresca, ndr) sia organico al disegno di far vincere l’Inter le ho tutte. E’ quello che non ha dato rigore per un fallo di mano di Darmian contro la Roma nel 2022 e che l’anno scorso ha incrociato due volte la Juve e gli ha espulso Di Maria e Kean. Come dite? Erano rossi indiscutibili? Lo dite voi. Non mi fido. Maresca è stato mandato per ammazzare il campionato. Anzi, la Marotta League. E poi i numeri sono chiari: con lui l’Inter ha quasi sempre vinto: 11 volte su 17. E ha avuto 3 rigori a favore e uno solo contro. Di cosa state a parlare. E’ tutto così evidente che nemmeno c’è da guardarla, la partita, tanto finisce come le altre che ha fischiato in questo campionato. Quali? Inter-Roma 1-0 e Lazio-Inter 0-2. Non c’è da aggiungere altro”.

Giovanni Capuano

Inter-Juve, Capuano scherza: “Maresca vorrà far vincere la Juve, ecco perché”

Capuano prosegue così, poi, sempre tra il serio e il faceto: “Non è il mio arbitro e lo sapete perché? Perché di sicuro è deciso che deve vincere la Juventus e lo ha deciso il Palazzo. Quindi inutile perdere tempo. Come fate a non ricordare che Maresca è quello del “Sei sempre tu, Maresca…” che aveva fatto incazzare Conte. Quello che nel 2019 ha graziato De Ligt che aveva fatto fallo di mano in un derby col Toro mentre lui stava al Var e che pure col Lecce a settembre doveva avere il televisore guasto altrimenti col cavolo che dava buono il gol di Milik. E sapete chi c’era al Var quando l’Inter si è fatta rimontare a San Siro dal Bologna? Esatto. Proprio lui. Occhio di falco nel vedere il rigore di Lautaro. C’era? Lo dite voi. E comunque è il portafortuna della Juve visto che l’ha fatta vincere 11 volte su 15. E non mi dite che è più o meno lo score che ha con l’Inter, siete venduti e pennivendoli. Prostituzione intellettuale”.

Arriva infine la chiosa di chiarimento: “PS. Questo è un esperimento di applicazione di “tesi e antitesi” al match scudetto tra Inter e Juventus - spiega Capuano - Tema: l’arbitro e chi lo manda. Sembra surreale ma ne riparliamo domenica 4 febbraio alle ore 22,40 circa. Sempre che non ci sia un recupero allungato apposta per far vincere…. (inserire il nome a piacere). La sintesi? Maresca, Doveri, Giallatini, Carbone, Irrati e Di Paolo sono eroi e chi li manda ha tutta la mia solidarietà e stima. Lo dico prima. Maresca è il mio arbitro, se sbaglierà qualcosa ne discuteremo, ma il bagaglio di precedenti e retropensieri sarà tutta roba vostra. Buona partita”.



 

La classifica delle squadre italiane più vincenti in Europa: Juventus davanti all'Inter
Calciomercato, i colpi che potrebbero essere messi a segno oggi

💬 Commenti