Non é certo legato ai risultati il motivo della protesta per cui la Curva Nord dell'Inter non sarà presente nel proprio settore di competenza, a sostenere i propri beniamini contro il Genoa. I nerazzurri di Simone Inzaghi infatti si trovano con 12 punti di vantaggio sulla Juventus dopo la sconfitta col Napoli e che potrebbero diventare 15 al termine del posticipo di stasera, in caso di vittoria sul Grifone.

Le ragioni della protesta

Ad aver fatto maturare la volontà di attuare la protesta della Curva Nord per il match tra Inter e Genoa, sono state le pesanti limitazioni al tifo imposte dalla Questura di Milano dopo gli scontri avvenuti in occasione del Derby d'Italia contro la Juventus. Agli ultras nerazzurri é stato negato il permesso di utilizzare coreografie, tamburi e microfoni con loro grande disappunto.

Squadra Inter
esultanza Inter

Il comunicato della Curva Nord

Il cuore del tifo interista ha affidato ad un comunicato ufficiale il compito di spiegare le ragioni che hanno condotto all'attuazione dello sciopero del tifo nella gara di questa sera:

Adesso basta la misura é colma, oggi niente tifo e la Nord resta al baretto. Ci siamo assunti responsabilità che non avevamo e abbiamo atteso in modo composto un segnale di riapertura al nostro diritto al tifo, ma dopo l'essima chiusura adesso basta. Non accetteremo più questa assurda e cieca repressione figlia di un'inutile prova di forza, di chi certi diritti dovrebbe garantirli

LEGGI ANCHE: Inter, Dimarco carica l'ambiente: "A Madrid andremo a fare la nostra gara" 

 

  

Per chi tifa Caressa? Il telecronista di Sky Sport confessa: "Non ci crederà nessuno"
Milan, pronto l'assalto a Theo Hernandez: l'offerta del Bayern

💬 Commenti