Pogba è risultato positivo al doping in seguito ad un controllo effettuato dopo il match Udinese-Juventus nell'Agosto 2023. Successivamente sono state svolte le contro analisi che hanno confermato la positività, e ciò ha fatto scattare la procedura che ha assegnato al francese ben 4 anni di squalifica.

Squalifica di 4 anni per Pogba, e adesso?

Ora la carriera di Pogba è seriamente a rischio. Il centrocampista francese va per i 31 anni, e rimanere fermo 4 anni significherebbe ricominciare a toccare il prato verde a 35 anni, età troppo avanzata alla quale sicuramente non arriverebbe in forma smagliante, per cui adesso è il momento delle riflessioni.

Pogba Juventus
Pogba Juventus

Come si comporterà la Juventus

Pogba ha un contratto con la Juventus fino al 2026, dal quale riceve solamente circa 2 mila euro mensili a causa della sua positività al doping. Al “polpo” aspettano mesi e anni complicati, la sua carriera da calciatore potrebbe chiudersi prima del previsto e con un finale tragico totalmente inaspettato. La Juventus potrebbe decidere di mantenerlo fino alla fine del contratto, ma pagare uno stipendio, per quanto basso sia, ad un calciatore che non potrà scendere in campo per due anni non avrebbe molto senso. Pogba inoltre in seguito alla squalifica non potrà nemmeno allenarsi alla Continassa, è diventato un fantasma in casa Juve che c'è, ma non si vede. Staremo a vedere quale sarà la decisione della società, se sceglierà di optare per una rescissione contrattuale facendo sì che Pogba si svincoli. In tal caso il destino del francese andrà con molta probabilità ad essere la fine della carriera, il suo ritorno a Torino non ha funzionato, il secondo PogBack è stato un totale fallimento.

LEGGI ANCHE: Juventus, l'agente di Pogba: "Potrebbe tornare in campo domani, ecco cosa vuole fare"
 

 

Per chi tifa Caressa? Il telecronista di Sky Sport confessa: "Non ci crederà nessuno"
Formula Uno, in Bahrain scatta il primo weekend di gara: cosa ci dicono le prime libere?

💬 Commenti