Domani si gioca il big match tra Juventus e Fiorentina. Alla vigilia il tecnico bianconero Allegri è stato intervistato in conferenza stampa, queste le sue parole.

Allegri sul divario tra Juve e Inter

20 punti tra Inter e Juve? I numeri sono quelli che contano e il campionato ti dice il valore reale delle squadre. Ora siamo distanti ma non dobbiamo pensarci, bensì pensare a quelli che ci mancano per entrare in Champions. Juve-Lazio è stata importante, ma abbiamo giocato solo il primo round e dobbiamo pensare al ritorno. Ora ci sono 20 giorni dove rituffarci nel campionato e consolidare la posizione in classifica.

Le vittorie aiutano, danno fiducia e ti fanno vedere le cose in un altro modo, ma era Coppa Italia. Ora abbiamo 8 partite dove trovare punti per centrare l'obiettivo principale che è la champions

Su Juventus-Fiorentina

Affronteremo una squadra che ha fatto una bella partita con l'atalanta, che crea molte occasioni e gioca molto bene. Sappiamo le difficoltà, serve una partita giusta perché abbiamo bisogno di far risultato

Della Fiorentina temo la loro spregiudicatezza e che è sempre una partita in cui si è lottato, andrà affrontata nel modo giusto caratterialmente

Siamo partiti con l'obiettivo di entrare in Champions e non era facile: ora siamo lì, ma abbiamo bruciato tanti punti e siamo consapevoli delle difficoltà e degli scontri diretti da affrontare per poterci arrivare

Allegri Juventus
Allegri Juventus

Sul rinnovo

Lavoro molto bene anche senza parole chiare del club su un eventuale rinnovo: il mio unico pensiero è centrare gli obiettivi insieme alla squadra. C'è da lottare per entrare nelle prime 4, inoltre la Coppa italia ci dirà se siamo bravi ad arrivare in finale. Un altro ruolo in futuro? Ora mi piace ancora molto allenare e continuerò a farlo

Milik e Vlahovic

Sarà assente solo Milik, che tra 15-20 giorni dovrebbe essere a posto. Sta facendo ancora lavoro differenziato, speriamo di riaverlo il prima possibile

Vlahovic? Lui è uno di quei giocatori che cresce giocando, sia con la Juve che in campo internazionali. Aveva iniziato bene, poi ha avuto un appannamento che per una punta ci sta. In questo momento lui, così come Chiesa, Kean e Yildiz, ci danno soluzioni importanti

LEGGI ANCHE: Criscitiello: "Allegri odiato da tutti, l'errore più grande di Agnelli..."
 

 

La classifica delle squadre italiane più vincenti in Europa: Juventus davanti all'Inter
Moggi: "Con questa squadra qualunque allenatore farebbe meno di quanto stia facendo Allegri..."

💬 Commenti