Francesco Acerbi ieri è stato assolto in seguito alle indagini aperte dalla Procura FIGC sul presunto insulto razzista proferito nei confronti di Juan Jesus nel corso di Inter-Napoli, la partita che ha chiuso l'ultima giornata di campionato. Zero giornate di squalifica per il difensore nerazzurro a causa della mancanza di prove concrete.

Caso Acerbi, Napoli non ci sta

acerbi jesus
acerbi jesus durante inter napoli 

All'indomani della sentenza del giudice sportivo Mastrandrea a Napoli sono apparsi, in diversi punti della città tra cui la piazza principale e soprattutto il Diego Armando Maradona, alcuni striscioni firmati da 'Ultras 1972', uno dei gruppi storici del tifo organizzato:

 "Ipocrita sistema, Acerbi il tuo emblema".

Il comunicato del Napoli sul caso Acerbi

Lo stesso Napoli si era detto basito - tramite un comunicato ufficiale - per la decisione presa dal giudice sportivo su Acerbi.

 "Il signor Acerbi non è stato sanzionato. A questo punto il colpevole dovrebbe, per la "giustizia" sportiva, essere Juan Jesus, che avrebbe accusato un collega ingiustamente. Il principio di maggiore probabilità di un evento, ampiamente visibile dalla dinamica dei fatti e dalle sue scuse in campo, che nella giustizia sportiva è preso in considerazione, scompare in questa sentenza".

LEGGI ANCHE: Caso Acerbi: il Napoli rimuove la scritta anti-razzismo dalla maglia

 

Didier Deschamps e il suo attacco all'Italia: "Fu avvantaggiata agli Europei, ecco perché"
Zuliani: "Come mai la Juventus deve dimostrare di essere innocente, mentre in questo caso..."

💬 Commenti