La Juventus di Massimiliano Allegri si appresta a chiudere la stagione con l'obiettivo di acciuffare il Milan al secondo posto e di vincere la Coppa Italia dopo l'ottimo 2-0 rifilato alla Lazio nella gara di andata delle semifinali. In questa stagione è mancato l'aiuto di Nicolò Fagioli, fuori per la squalifica per il gioco d'azzardo su piattaforme illegali. Il suo psicoterapeuta Paolo Jarre ha rilasciato delle dichiarazioni sul suo recupero ai microfoni di Tuttosport.

Lo psicoterapeuta di Fagioli sul suo recupero

Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri pensa

Queste le parole dello psicoterapeuta di Fagioli sul suo recupero:

“Partecipa regolarmente ad incontri settimanali, mette in atto tutte le prescrizioni che gli vengono date, continua anche con gli incontri pubblici senza testimonianza. La squalifica calcistica sta quasi per finire, ma il mio lavoro con lui ancora no perché la terapia richiede un periodo minimo di almeno un anno e noi abbiamo iniziato soltanto ad ottobre.”

Fagioli ed il sogno europeo

“Una delle fantasie che lui coltiva senza farsi illusioni è quella degli Europei. Abbiamo ricordato insieme la vicenda di Paolo Rossi, squalificato per due anni per calcioscommesse, era poi rientrato a giocare a fine maggio come sta succedendo a Nicolò, ed allora Bearzot lo aveva convocato per il Mondiale, che l'Italia vinse e lui fu capocannoniere. L'esempio è evocativo, anche se le circostanze erano diverse perché Fagioli non è stato squalificato per illecito sportivo dato che non ha mai scommesso sulla sua squadra.”

Staremo a vedere dunque quale sarà il futuro di Fagioli e se realmente il centrocampista della Juventus verrà convocato da Spalletti per gli Europei, il suo sogno è questo. La speranza, come si dice in questi casi, è l'ultima a morire. 

LEGGI ANCHE: Juventus, Fagioli e la ludopatia: "Un anno fa il momento peggiore, ero malato"

 

 

Dove vedere Inside Out 2, streaming gratis Netflix, Now o Prime Video?
Juventus, tutto da decidere il futuro di Szczesny: le ultime

💬 Commenti