Ecco le prime dichiarazioni rilasciate da mister Fabio Cannavaro nel post partita Udinese Empoli.

Su una Udinese di nuovo timorosa mister Cannavaro risponde:

E' successo sicuramente dopo l'infortunio di Isaac che ci ha tolto tanta sicurezza. Sapevo che una cosa del genere ci poteva condizionare ed è capitato ad Isaac. Avevo tenuto in panchina Davis appunto per questo perchè sapevo che poteva succedere ed è successo e ho rivisto una squadra con un po' di paura.

Poi ho visto però anche i difensori pià sicuri non hanno perso mai  la testa e dopo il rigore hanno dimostrato di essere uomini . Quando parlo con i miei giocatori io parlo anche con gli uomini e non sono dispoto a mollare nulla. Nessuno doveva penasare che eravamo già salvi perchè l'Empoli era una squadra tosta.

e di nuovo sull'infortunio di Success: 

Success è un giocatore  che dobbiamo vedere come fondamentale ed era un giocatore che stavamo recuperando. Sarà una perdita importante. 

Sulla gara Cannavaro prosegue:

Non era facile giocare oggi siamo stati bravi a stare sul pezzo e spero che quei punti mancati nelle ultime gare non ci costino troppo 

Su Davis continua:

Sicuramente ci è mancato tanto ed è mancato tanto anche alla gestione precedente ma dobbiamo gestirlo bene. 

Sull'ambiente che ha garantito un entusiasmo unico nel pre partita, all'arrivo della squadra al Bluenergy Stadium Cannavaro commenta:

L'entusiasmo in realtà l'hanno dato i giocatori che sono stati straordinari. Non sono io che devo mandare messaggi a loro. Penso che la gente abbia apprezzato il lavoro che stanno facendo i ragazzi e questo è lo spirito giusto per salvarci. L'obbiettivo comune è quello della salvezza. Benvengano quindi i tifosi che ci sostengono. 

Sul problema di un centrocampo poco proattivo Cannavaro risponde:  

Sicuramente siamo a corto di centrocampisti ne ho due in campo veri e uno in panchina. Sono abituati a giocare uno da play e uno da mezzala. Io devo cercare di tirare fuori il massimo da quelli che ho e deve bastare. Chiedo ai miei giocatori l'ultimo sforzo per salvarci. 

Lucca in azione, oggi partita dura contro L'Empoli
Lucca Udinese

Mister Cannavaro aveva detto prima del Match con l'Empoli :

“Chi fa sport sa che deve vincere, non mi sfiora minimamente l’idea che i miei giocatori possano andare in campo e perdere. Non penso a cosa verrà dopo, dobbiamo concentrarci sull’Empoli e pensare a fare bene le nostre cose. Solo così possiamo raggiungere il nostro obiettivo, se pensi a ciò che hai intorno iniziano a venirti dubbi, paura, e quella non ti fa essere lucido. Domenica dobbiamo usare la testa, andremo a giocare contro una squadra che per ambizione e cattiveria è nostra pari. Hanno un allenatore abituato a questo tipo di partite, hanno sicuramente tutto ciò di cui necessitano per mettere in difficoltà l’avversario se questo non gioca bene”.

Faccio i complimenti ai miei giocatori e spero di vedere questo spirito fino al termine del campionato. È lavorare sul gruppo che fa vincere le partite”.

 

Success sotituito subiito per infortunio muscolare
Isaac Success con la maglia dell'Udinese (Profilo Instagram Udinese Calcio)

Qui Udinese  - il tema della partita 

Primo tempo insapore che non offre nessuno stimolo di riflessione per due squadre che timidamente cercano di sopraffarsi. L'Udinese non riesce a spingere con convinzione lasciando un po' troppo spazio ai toscani, fermati nel primo tempo solo dal var e dall'arbitro Guida che, al 39' annulla il gol a Maleh per un fallo in area di Niang su Kristensen.

Inizio del secondo tempo ancora con l'Udinese in sofferenza nonostante Davis, entrato al 55' al posto di Brenner, si divori un gol al 57' facendo sobbalzare il Bluenergy Stadium. E' una Udinese che, nonostante la voglia, fa soffrire il  pubblico e mister Cannavaro che sbuffa spesso sconsolato. Cannavaro alla fine cerca con Zarraga e Ferreira di dare un senso a questa partita insapore. Ma è l'Empoli ad affondare l'Udinese al 90' in quella maledetta zona cesarini che quest'anno è stata altamente incisiva pe ril bilancio dei bianconeri. Niang non sbaglia il rigore che decreta la svantaggio dell'Udinese. Ma quando sembrava tutto finito, Samardzic, autodichiaratosi prima demone, reo infatti del fallo da rigore che drecretava la potenziale serie B per i bianconeri, ad un tratto (silenzioso) diventa santo,  pareggiando i conti. Al 90+12' Guida decreta il penalty a favore dei bianconeri per una trattenuta in area di Fazzini su Payero. Il centrocapista non sbaglia calciando forte e preciso nel sette. Udinese miracolata e Samardzic pure. Partita sofferta ma che conferma che il popolo friulano non molla mai! 

Samardzic in gol su rigore salva l'Udinese
Samardzic Udinese

leggi anche: https://www.ilpallonegonfiato.it/news/14480215558/cagliari-lapadula-verso-l-udinese-dentro-pinamonti-o-colombo

 

 

 

Dove vedere Inside Out 2, streaming gratis Netflix, Now o Prime Video?
Al Mapei è festa rossoblù: Prati-Lapadula salvano il Cagliari. Il Sassuolo vede la B

💬 Commenti