Tuttosport ha ottenuto un'esclusiva intervista da parte di Sergio Porrini, ex difensore della Juventus durante il periodo dal 1993 al 1997. Diversi i temi affrontanti tra cui la prestazione di Arek Milik e le recenti difficoltà della Juventus in Serie A.

L'assenza di Vlahovic e il digiuno di Milik

Arek Milik
Arek Milik

La Juventus si prepara per l'importante sfida contro l'Atalanta, ma secondo Porrini, la mancanza di Vlahovic, che oggi sarà assente, sarà un duro colpo per la squadra bianconera. L'ex difensore ha analizzato il momento di Milik, sottolineando il lungo periodo senza gol in Serie A: "Oggi Vlahovic mancherà tantissimo alla Juventus. Dusan dopo un primo anno e mezzo difficile era finalmente tornato quello della Fiorentina; Il polacco mi ha un po’ deluso: quest’anno non ha lasciato il segno. Sicuramente ha bisogno di giocare e avere continuità per la sua struttura fisica, ma in un grande club come la Juve devi farti trovare pronto anche se giochi poco. Il suo contributo è stato minimo finora".

La stagione della Juventus

Porrini ha esteso la sua critica alla situazione complessiva della Juventus in questa stagione: "La Juve in un mese ha perso credibilità e solidità. Mi aspettavo di più dai bianconeri. Vero che l’Inter in assoluto era la più forte sulla carta e l’hanno poi confermato sul campo. I nerazzurri fanno veramente un gran bel calcio; mentre le altre giocano a ciapa-no. Juve, Milan e il Napoli hanno bucato troppe gare. Per questo il campionato è già finito a marzo."

L'ex giocatore bianconero ha concluso il suo commento sottolineando l'importanza di indossare la maglia della Juventus: "Quando indossi quella maglia, devi andare oltre le aspettative. Non puoi accontentarti di un piazzamento tra le prime quattro...". Le sue parole riflettono la delusione di un ex calciatore che aveva vissuto l'era gloriosa della Juventus, sottolineando la necessità di un cambio di rotta per la Vecchia Signora.

LEGGI ANCHE: Sponsor, Champions e Mondiale, Tuttosport in prima pagina: "170 milioni per tornare Juventus"

 

Per chi tifa Caressa? Il telecronista di Sky Sport confessa: "Non ci crederà nessuno"
Scuse Barella per simulazione, Ziliani: "Che sia da esempio a tanti suoi colleghi"

💬 Commenti