A San Siro, al termine del successo dell'Atalanta sul Milan di Stefano Pioli nel match di Coppa Italia valido per i quarti di finale, è intervenuto Gian Piero Gasperini. Il tecnico rossonero ha parlato così ai microfoni di Mediaset.

Gasperini: “Sta diventando una guerra tra arbitri e Var”

“Il Var è un mezzo straordinario se usato bene, ma qui sta diventato una guerra tra arbitri e addetti ai monitor ed è un problema grosso. C'è disparita negli interventi. Sulla spinta di Reijnders a De Roon io ho chiesto di andare al Var, questo sì. Posso capire che l'arbitro possa non accorgersene ma il Var deve richiamarlo alla review. Di Bello è un gran maleducato, prima della partita non mi ha nemmeno salutato. Se andate indietro in questi anni con Valeri e Di Bello c'è una casistica enorme contro l'Atalanta, ma io azzero sempre tutto e non ho mai chiesto che non venissero ad arbitrare l'Atalanta. Lui però forse ha qualcosa contro di me perché si è dimostrato maleducato”.

Teun Koopmeiners
Teun Koopmeiners mentre esulta dopo la doppietta contro il Milan (ph.Image Sport)

Gasperini: “Obiettivo finale raggiungibile”

“È vero che l'Atalanta in questi anni non ha mai vinto un trofeo, ma se si incastrano un po' le partite possiamo arrivare anche in finale. Faremo di tutto per arrivarci e ottenere una coppa, ma ciò non toglie che alcune vittorie di questi anni per me sono state come trofei. Poi diciamolo chiaramente: il campionato o la Champions non sono obiettivi alla portata dell'Atalanta. Resta il fatto che vincere a San Siro è prestigioso. Due giorni fa abbiamo giocato all'Olimpico, per noi è un grande orgoglio giocare in contro queste piazze e mettere in difficoltà queste squadre forti”.

Gasperini analizza l'evoluzione della sua Atalanta

“Ora è un'Atalanta diversa. Toloi, Palomino, Hateboer e Muriel sono tutti in panchina. Della vecchia Atalanta è rimasto solo De Roon. L'attacco è giovane, la difesa altrettanto, abbiamo un nucleo a centrocampo e difesa solido, tatticamente sappiamo affrontare tutti i moduli e tutte le squadre e anche per questo credo che avremo margini di crescita se sapremo valorizzare gli attaccanti. La nostra crescita passerà dalla valorizzazione di Scamacca, De Ketelaere, Tourè e Lookman”.

 

LEGGI ANCHE: Milan-Atalanta, scontro spaventoso per Gabbia e De Roon (VIDEO): le loro condizioni

La classifica delle squadre italiane più vincenti in Europa: Juventus davanti all'Inter
Pioli: "Il rigore ha cambiato la gara, non c'era: Mirančuk è volato. Rejinders-De Roon nemmeno"

💬 Commenti