Il Milan prepara la sfida con la Roma in Europa League, decisiva per il futuro di Pioli. A discutere del suo operato fino ad ora è stato Arrigo Sacchi, ecco come si è espresso.

Sacchi sull'evoluzione di Pioli con il Milan

Pioli lo conosco da molto tempo ed era uno dei tanti allenatori tattici, cioè uno di quegli allenatori che non credono nel gioco. Penso anche che in questi anni abbia cercato di diventare uno stratega e di proporre qualcosa di suo. È un discorso generale: nel calcio ci sono pochi strateghi e molto tatticismo, solo negli ultimi anni si è mosso qualcosa con qualcuno che finalmente cerca il dominio del gioco. Pioli si sta avvicinando

Pioli Milan
Pioli Milan

Il futuro di Pioli

Non so quali siano oggi i rapporti interni al club, io rischiavo ma avevo le spalle coperte dal presidente. In Italia siamo in crisi di progettualità, cerchiamo il singolo o lo straniero per mancanza di idee. Ma non è detto che spendere sia la soluzione e vincere non è automatico. Per farlo serve mentalità internazionale e gli allenatori devono coltivarla. I tattici mettono in difficoltà le società chiedendo acquisti che possano fare la differenza e che magari finiscono per mettere i conti in rosso. Servono gli strateghi: Stefano deve fare ancora un saltino, piccolo. Non un “saltone”...

LEGGI ANCHE: Milan, così Sacchi: "Se Pioli ha partecipato al mercato, ha le sue colpe anche lui"
 

 

Serie A, DAZN punta sempre di più sulla sua modalità gratuita
Zazzaroni: "Conte al Napoli? L'uomo giusto è un altro che può ripetere i miracoli..."

💬 Commenti