Il quotidiano italiano La Repubblica, ha intervistato l’allenatore del Real Madrid, Carlo Ancelotti, prossimo a giocarsi l’ennesima finale di Champions League sulla panchina delle merengues. Il tecnico italiano ha espresso un parere sul Milan e sulla Serie A. 

Le parole di Ancelotti sul Milan e su un campione di Serie A

div id="124212-2">

Carlo Ancelotti ha parlato del Milan attuale soffermandosi sul campione rossonero Rafael Leao. Il portoghese è stato criticato molte volte da Antonio Cassano per via del suo rendimento discontinuo. Ancelotti pare condividere lo stesso parere di Cassano

Seguo da lontano la squadra, con affetto. Abbiamo ritrovato un Brahim Diaz straordinario. Il Milan ha un grande talento come Leao: è da picchiare, a volte. Se fosse con me, lo picchierei tutti i giorni. Ha qualità ma ancora troppo discontinuo.

Il tecnico ha detto la sua pure sulla attuale Serie A: 

Quello che manca, per me, è negli stadi, nell’ambiente. C’è abbastanza da svecchiare. E non si sono fuoriclasse, a parte Donnarumma in porta. Sto parlando di una generazione simile a quella di Pirlo, Totti, Del Piero.

Ancelotti
Ancelotti Real Madrid

Ancelotti e il patentino UEFA Pro ottenuto dal figlio fuori dall’Italia

Ancelotti ha parlato pure di suo figlio Davide, costretto ad andare all’estero per ottenere il tesserino Uefa Pro. Ecco il pensiero dell’ex allenatore del Milan in merito: 

Davide, che lavora con me da quando aveva 23 anni e adesso ne ha 34, per prendere il patentino UEFA ha dovuto frequentare il corso in Galles, non avendo i requisiti in Italia.

Ancelotti sta con Cassano e attacca il campione: "Se fosse con me lo picchierei tutti i giorni"

Dove vedere Inside Out 2, streaming gratis Netflix, Now o Prime Video?
Napoli-Di Lorenzo ai titoli di coda. La furia dell'agente e le parole al veleno sulla società

💬 Commenti