La Juventus trova il riscatto dopo la cocente sconfitta in casa per mano del Monza e, grazie ad una spizzata di Bremer, manda al tappeto ed elimina dalla Coppa Italia la Lazio di Maurizio Sarri. A soffermarsi sulla vittoria bianconera è il giornalista Alessandro Barbano che sulle colonne del Corriere dello Sport scrive: "La Juventus ritrova la sua utilitaristica bruttezza e conquista la semifinale, la Lazio conferma il suo sdoppiamento di identità, che fa del 'Sarresco' la pessima copia del 'Sarrismo', e naufraga". Barbano sottolinea come, tra "due squadre ugualmente incompiute", abbia vinto "la più concreta, la più coriacea, la più ordinata". E pensare che sono passati appena dieci giorni dal poker rifilato dai biancocelesti al Milan: "Difficile spiegare un voltafaccia così radicale con gli stessi uomini e nella medesima condizione atletica. C’è una cifra di fragilità caratteriale che è, per la squadra di Sarri, l’ultimo miglio mai raggiunto della maturità". Ritrovato dunque quell'equilibrio che Allegri aveva smarrito da un po' di tempo: "Dopo la pesante penalizzazione in campionato, la sua residua stagione si gioca sul fronte aperto delle due Coppe. Dove la solidità rivista ieri sera vale oro", chiosa Barbano. Ricordiamo come la Juventus ora in semifinale troverà l'Inter.

LEGGI ANCHE: Inter, Vieri punge: "Unica squadra che ha massacrato il Napoli. Avete visto poi cosa è successo?"

La classifica delle squadre italiane più vincenti in Europa: Juventus davanti all'Inter
Coppa Italia, ancora corto muso Juve che strappa il pass per la semifinale: sarà derby d'Italia

💬 Commenti