Allegri Juventus
Serie A

Juventus, Allegri: “Abbiamo avuto un pizzico di fortuna. Non è una questione di svolta, ma…”

Le parole del tecnico della Juventus dopo la vittoria del derby d’Italia contro l’Inter

Serena Baldi
07.11.2022 09:29

Massimiliano Allegri ai microfini di DAZN fopo le vittoria della Juventus sull’Inter. I bianconeri si sono imposti per 2-0 sui nerazzurri. Ecco le parole del tecnico bianconero:

"Rabiot? Ci ho parlato prima dell'eventuale trasferimento, gli ho solo detto che alla Juve era stimato, che lo considero un grandissimo giocatore con margini di miglioramento importanti. Ha l'età della maturità e ha fatto una partita straordinaria. Detto questo, aggiungo che è stato bello vedere la partita. Abbiamo avuto un pizzico di fortuna, ma quando hai un atteggiamento propositivo e ti metti a disposizione dell'altro riesci a portare a casa il risultato".

Il nuovo modulo, il 3-5-2, ha dato maggiore sicurezza?

Sicuramente ha dato più certezze, ma le certezze maggiori sono quelle di una squadra che corre tutta insieme, si aiuta, si abbassa dietro la linea della palla. All'inizio giocavamo mezzora, poi uscivamo dalla partita. Ora anche nei momenti di difficoltà rimaniamo in partita e questo è un passaggio importante. Questo spirito qui è uno spirito importante".

Qual è la cosa che la rende orgogliosa?
"Tornare a battere l'Inter dopo aver perso tre volte e pareggiato una. Poi era importante vincere uno scontro diretto. Abbiamo giocato bene anche tecnicamente, rischiando solo una volta su Lautaro. Quando giochi le partite con quest'atteggiamento è difficile prendere gol".

Dove ha trovato la svolta?
"Non è questione di svolta. Il campionato è lungo. Abbiamo avuto qualche passaggio a vuoto, soprattutto in Champions, perché abbiamo fatto una brutta Champions. Abbiamo battuto una grandissima squadra, ma da domani riazzeriamo tutto e pensiamo a Verona, sempre una gara difficile, e Lazio. Poi tireremo una riga".

Dieci punti sono tanti o troppi per pensare allo Scudetto?

In questo momento bisogna vedere chi sta davanti: siamo a due punti dal quarto posto, il campionato è ancora lunga. Il Napoli sta facendo cose straordinarie, ma dopo la sosta non so cosa succeda. L'obiettivo è fare il massimo. Ma sappiamo che ci sono squadre importanti. Non dobbiamo pensare che con la vittoria di stasera si siano risolti tutti i problemi, bisogna migliorare altre situazioni, recuperare altri giocatori e pensare un passettino alla volta".

LEGGI ANCHE: Calciopoli, Moggi cita le parole di Biagi: “Una sentenza pazzesca perché costruita sul nulla. Hanno individuato in Luciano il cattivo"

Sarri, esonero alla Juve? Decisero tre donne vicine alla famiglia Agnelli
Inter, Inzaghi: "Soffriamo troppo. Era una partita sentita, volevamo farla nostra a tutti i costi"