L'ennesimo ritorno di Rafa. Nadal ha sciolto definitivamente ogni dubbio nella conferenza stampa di oggi: giocherà il torneo di Barcellona e debutterà dunque domani contro l'azzurro Flavio Cobolli. La notizia era nell'aria ma, dopo diversi ritiri all'ultimo minuto (Indian Wells e Montecarlo i più recenti), si attendeva l'ufficialità dallo stesso spagnolo. A distanza di tre mesi dalla sconfitta con Thompson a Brisbane, il mancino di Manacor è pronto a scendere in campo.

Cobolli sfida Nadal al primo turno di Barcellona

Il torneo di Barcellona è come il giardino di casa per Nadal. L'ex numero 1 del mondo ha infatti trionfato ben dodici volte in questa competizione. Non è un caso in effetti che il campo centrale del circolo sia intitolato a suo nome. Sulla terra rossa è il più grande di tutti senza dubbio, motivo per cui non può non essere considerato una vera e propria mina vagante del torneo. Le condizioni fisiche ancora non ottimali e il poco, pochissimo tennis giocato negli ultimi due anni, rappresentano però un'incognita non da poco. Al primo turno Rafa se la vedrà con Cobolli, giovane azzurro in rampa di lancio e autore fin qui di una buona stagione. Per Flavio sarà una vetrina bellissima: a livello tennistico parte teoricamente da favorito, viste le premesse, ma un'eventuale sconfitta non sarebbe cosa strana o inaspettata. Comunque vada, per lui sarà una bella esperienza da cui trarre spunto per il futuro.

Nadal
Nadal in azione a Wimbledon (ph. Image-Sport)

Nadal rivela: “Sarà l'ultima volta qui a Barcellona”

Alla vigilia del suo esordio nel torneo, Nadal ha ammesso come questo sarà quasi certamente il suo ultimo anno di carriera e, dunque, l'ultima volta in quel di Barcellona:

Essere a Barcellona è un regalo, sono venuto qui all’ultimo minuto, perché non sapevo se avrei giocato, ma domani sarò in campo. Lo considero il mio ultimo anno, perché adesso ho questa sensazione. Non poter giocare a Montecarlo la settimana scorsa mi ha fatto male, ma le cose sono migliorate e mi sento pronto per giocare, continuo con questa speranza. Vedremo come andrà, non sono riuscito ad allenare molto il servizio, ho provato a fare carichi progressivi. C'è incertezza, ma è quello che voglio fare: continuare a competere e a divertirmi. Sarà il mio ultimo anno qui a Barcellona

LEGGI ANCHE: Quando torna in campo Sinner? Madrid e Roma in ottica Roland Garros

 

Serie A, DAZN punta sempre di più sulla sua modalità gratuita
Pistocchi tuona: " L'interpretazione del fuorigioco è contraria ai principi del calcio..."

💬 Commenti