Nel consueto collegamento con Sky Sport, Cristiano Giuntoli, il direttore sportivo della Juventus, ha affrontato una serie di argomenti cruciali prima della decisiva sfida contro il Frosinone. Le sue dichiarazioni hanno gettato luce sulle scelte di formazione di Massimiliano Allegri, sul futuro del coach, e sul nuovo talento Alcaraz.

Le decisioni tattiche di Allegri ed il futuro del tecnico bianconero

Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri

Giuntoli ha iniziato analizzando le decisioni tattiche di Allegri, elogiando il mister per i 54 punti conquistati con lo staff e i ragazzi. Ha sottolineato l'importanza di perseverare nella strada che ha portato a numerosi successi finora e ha dichiarato che il principale obiettivo stagionale è il ritorno in Champions League

“Scelte di Allegri a livello di formazione? Il mister ha fatto 54 punti con staff e ragazzi, è giusto continuare su questa strada che ci ha dato tantissime soddisfazioni fin qui. Lavoriamo a testa bassa per tornare in Champions League, che è l'obiettivo prefissato a inizio stagione. Assolutamente se a fine stagione saremo nelle prime quattro, la stagione sarà positiva. Dobbiamo sistemare i conti, abbiamo iniziato un progetto coi giovani, il lavoro del mister è un grandissimo lavoro in prospettiva e siamo felici di quello che sta facendo".

Sul tema del rinnovo di Allegri, Giuntoli ha dichiarato apertamente il desiderio di trattenere il coach, sottolineando la soddisfazione di Allegri nel rimanere alla Juventus. Ha assicurato che, al momento opportuno, si siederanno per pianificare il futuro insieme.

Rinnovo Allegri? Noi vogliamo tenere il mister e lui è contentissimo di essere qui alla Juventus, a tempo debito ci metteremo seduti per programmare il futuro insieme”.

Il nuovo talento Alcaraz

Carlos Alcaraz
Carlos Alcaraz

Il direttore sportivo ha anche affrontato il tema del giovane talento Alcaraz, spiegando la decisione di aggiungerlo alla rosa senza la possibilità di un riscatto immediato. Ha enfatizzato l'importanza di inserire giovani promesse senza disturbare l'equilibrio del gruppo. Giuntoli ha sottolineato che l'operazione è corretta economicamente e che, in futuro, si discuterà del suo destino. 

"Alcaraz? Spiego subito tutto: avevamo l'esigenza di mettere un ragazzo in rosa che non disturbasse l'andamento del gruppo, lo volevamo giovane e di belle speranze. Ci è capitata questa possibilità e non c'era tempo di negoziare il riscatto. C'è grande rispetto per il club e in futuro discuteremo il tutto nel caso. Noi siamo molto contenti del ragazzo, è giovane, deve fare esperienza. Quando si negozia un prestito, si abbassa al contrario ecco, se uno si fa male, non vorremmo pagare l'intera cifra ecco. L'operazione è corretta economicamente e non solo, si è inserito bene, siamo molto contenti. Non dovevamo prendere un titolare, ma aumentare il numero dei ragazzi in rosa. È un prospetto futuribile".

LEGGI ANCHE: La classifica delle squadre italiane più vincenti in Europa: Juventus davanti all'Inter

 

Per chi tifa Caressa? Il telecronista di Sky Sport confessa: "Non ci crederà nessuno"
Finale 'thriller' contro il Frosinone, Rugani salva la Juventus al 95': la classifica aggiornata

💬 Commenti