Nella consueta conferenza stampa pre Juventus-Atalanta, il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, ha affrontato diversi temi cruciali, dalla situazione degli infortunati alle sfide della squadra, passando per le ambizioni in Champions League e il recente cambiamento generazionale nella squadra.

La situazione infortuni in casa Juventus

Weston McKennie
Weston McKennie

Allegri ha iniziato aggiornando i tifosi sui giocatori infortunati: "McKennie è recuperato e ha lavorato col gruppo. Gli altri sono a disposizione tranne Alcaraz, che ha avuto un problema recente, e Rabiot, che tornerà la prossima settimana. Siamo comunque pronti per fare una bella partita contro l'Atalanta che non battiamo in casa da tanto."

Il centrocampo è stato uno dei punti focali della conferenza stampa, con Allegri che ha dichiarato: "McKennie titolare? Se starà bene, sarà titolare." Questa affermazione è sicuramente un segnale positivo per i tifosi, considerando l'importanza del centrocampista nella tattica della squadra.

I recenti risultati e l'obiettivo Champions

Rispondendo alle domande sulla recente flessione di risultati, Allegri ha manifestato tranquillità: "No, non siamo preoccupati per il recente crollo. Siamo dispiaciuti per i punti persi in questo periodo, ma l'obiettivo stagionale era arrivare a marzo nelle migliori condizioni per centrare i primi quattro posti, e siamo in semifinale di Coppa Italia. Per ora, siamo in linea con quanto dovevamo fare, ora cerchiamo di chiudere al meglio."

Quando gli è stato chiesto cosa sia andato storto per non essere in lotta per lo scudetto, il tecnico ha risposto con chiarezza: "C'è stato un cambiamento generazionale dopo nove anni straordinari. Siamo in un periodo di rinnovamento ormai iniziato, ma l'importante è entrare in Champions ogni anno perché per molte squadre a livello economico è decisivo. Non è facile perché ci sono sempre 6-7 squadre in lotta, come quest'anno."

Allegri ha sottolineato la volontà della Juventus di lottare per il titolo, ma ha anche evidenziato la fase di crescita della squadra: "Abbiamo cercato di lottare per lo scudetto, poi nell'ultimo mese abbiamo lasciato questa ambizione. La squadra è in crescita ma ha giocatori che hanno bisogno di giocare partite importanti: tra 3-4 anni avremo tanti giocatori cresciuti e rodati a grande livello. Il nostro è un futuro importante."

LEGGI ANCHE: Juventus, Allegri perde Alcaraz: ecco la nota ufficiale

 

Dove vedere Inside Out 2, streaming gratis Netflix, Now o Prime Video?
Violati accordi con DAZN, multa salata per il Napoli di De Laurentiis e per la Lazio

💬 Commenti